List your home
Apply filters
£ to

VISTA ESTERNA

Apartment | 2 bedrooms | sleeps 5

Key Info
  • Beach or lakeside relaxation
  • Great for children of all ages
  • Air conditioning
  • No pets allowed
  • Private garden
  • Car advised

IN SARDEGNA-OLBIA-LOC. PITTULONGU-PUNTARUINAS

Saro' felice di ospitarvi in un accogliente appartamento arredato per tutto il periodo estivo, 5 posti letto totale 63 metri quadri , tre locali e servizi veranda di 20 mq. Giardino-posto auto chiuso,riserva idrica,doccia esterna,parcheggio privato,giardino indipendente.

Distante da Olbia 8 km, aeroporto 10 km-porto 8 km- distante dalla prima spiaggia 800 metri, in auto 2 minuti.

L'appartamento è fornito di tutto dalla tv alla lavatrice,cucina attrezzata e arredo da esterno da utilizzare in veranda.

Chiedo gentilmente di automunirvi solo della biancheria da letto e degli asciugamani da bagno .

Gli immobili sono dislocati in una posizione , che per coloro che vogliono uscire la sera si trovano a pochi km dalle piu' famose e rinomate localita' turistiche, come Porto Rotondo, Marinella,Golfo Aranci,Olbia,Arzaghena etc.Per i piu' esigenti, alcune localita' sulla storia del posto, Castello di Pedres, Pozzo Sacro,Museo Archeologico di Olbia , La Basilica di Saccargia, e tanto altro.

La tranquillita' del posto offre un momento di vera pace,per fare passeggiate,

per rilassarsi e godersi il mare con gli amici o i parenti; dalla veranda attrezzata si gode di una vista bellissima sul mare e sull'isola Tavolara ,VISTA a 180 gradi dall'imbocco del porto di Olbia fino a Golfo Aranci.

Quote settimanali ,a partire da Aprile 250 euro - maggio 300 - giugno 400 luglio 650 -

Agosto 900 euro per totale dei 5 posti letto.

Classificazione En. F - 129.3 kWh/m²*anno

http://picasaweb.google.com/pittulongu/APPARTAMENTIINAFFITTOOLBIAPITTULONGU?feat=directlink

Size Sleeps up to 5, 2 bedrooms
Nearest beach Il Pellicano a 800 metri
Will consider Long term lets (over 1 month)
Access Car advised
Nearest Amenities 1 km
Nearest travel links Nearest airport: COSTA SMERALDA 10 km, Nearest railway: STAZIONE CENTRALE 9 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes No pets allowed, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries DVD player, Sea view
General Air conditioning, TV, Satellite TV
Standard Kettle, Toaster, Iron
Utilities Cooker, Fridge, Freezer, Washing machine
Rooms 2 bedrooms, 2 bathrooms of which 1 Family bathrooms and 1 Shower rooms
Furniture 1 Sofa beds, Single beds (2), Double beds (1), Dining seats for 6, Lounge seats for 4
Outdoors Balcony or terrace, Private garden, Shared garden
Access Parking

The Sardinia region

Come arrivare

Alla città di Olbia si accede via nave da Civitavecchia e da Livorno. L'aeroporto della città la collega con i principali centri nazionali e internazionali.

Il contesto ambientale

La città di Olbia, situata nella Gallura costiera, si affaccia su un grande golfo, tra Capo Figari-Golfo Aranci e Capo di Coda Cavallo-San Teodoro.

Descrizione

Olbia fu l'unico centro della costa N/E della Sardegna che, in età punica, raggiunse i livelli delle città costiere meridionali e occidentali. Fu a lungo ritenuta di fondazione greca sulla base del toponimo, ma senza nessun fondamento archeologico, visto che i resti dell'antico insediamento sono per la maggior parte di età punica e romana.

I numerosi materiali e il maggior numero di emergenze strutturali di periodo punico hanno fatto supporre, sino a un decennio fa, la fondazione di Olbia nel IV secolo a.C. Ma la presenza, sia nel territorio circostante sia nello stesso sito urbano, di materiale risalente almeno al terzo quarto del VII secolo a.C., fa ipotizzare la fondazione della città in piena età fenicia, come altri centri della Sardegna. Tra i vari materiali ascrivibili a quasto periodo si possono ricordare un frammento di anfora Bartoloni B2, un frammento d'ansa di anfora chiota dipinta, e lo ''xoanon'', ossia una statuetta lignea, rinvenuto nel pozzo sacro nuragico di Sa Testa.

L'Olbia di età punica doveva assicurare una più incisiva presenza cartaginese nei traffici tirrenici e probabilmente esercitava un ruolo di primaria importanza nel controllo delle derrate agricole della zona.

L'estensione dell'abitato punico si può supporre grazie all'ubicazione delle necropoli; questo doveva essere limitato al quadrato che in età medievale ospitava il castello-borgo di Terranova. Durante i lavori di bonifica effettuati all'inizio del secolo scorso nella zona dell'insenatura a N della città sono state rinvenute delle tombe di età punica, andate poi distrutte.

Le necropoli puniche extraurbane, conosciute per lo più dagli scavi effettuati da Doro Levi, sono quelle di Funtana Noa (IV secolo a.C.) e Abba Noa (III-I secolo a.C.) a N/O della città, e quella di Joanne Canu (metà III-inizi II secolo a.C.) a S.

Le sepolture erano per la maggior parte a fossa terragna e a pozzo, in numero minore del tipo a cassone. Nelle tombe a pozzo gli inumati erano spesso deposti entro bare lignee ed è documentato l'uso di grossi anforoni per chiuderne l'accesso.

Nella più tarda delle necropoli olbiensi, quella di Joanne Canu, è attestato il ritorno del rito dell'incinerazione di tipo ellenistico; le ceneri erano deposte in urne di terracotta o piombo oppure collocate semplicemente sul terreno e protette da frammenti di anfora.

I tratti principali delle fortificazioni di Olbia, da attribuire alla prima metà del IV secolo a.C., sono visibili all'angolo tra via Torino e via Mameli e constano di un tratto murario rettilineo in grossi blocchi squadrati, a volte bugnati, e di una torre di cinta conservata all'interno di un cortile privato.

Vaccileddi

La provincia di Olbia Tempio

si affaccia a Nord sul Mar di Sardegna, uno stretto canale che separa l'isola dalla Corsica, e ad Est sul Mar Tirreno. Confina ad Ovest con la provincia di Sassari e a Sud con la provincia di Nuoro. E' una provincia di recente creazione: è stata infatti istituita in seguito ad una legge regionale del 2001 che prevedeva una nuova ripartizione del territorio sardo, portando il numero delle province da quattro a otto. Le modifiche, però, hanno assunto piena operatività solo dal maggio 2005.

Si estende per 3.397 kilometri quadrati (il 14,1% del territorio sardo) e conta complessivamente 26 comuni, tra cui Olbia e Tempio Pausania e l'Arcipelago della Maddalena, sede dell'omonimo Parco Nazionale Geomarino.

Fa inoltre parte di questa provincia la regione storica della Gallura (con eccezione dei comuni di Viddalba ed Erula), che comprende la parte Nord-Orientale dell'isola, dal fiume Coghinas a Monte Nieddu a San Teodoro, e ha come limite meridionale il massiccio del Limbara.

La provincia di Olbia-Tempio è fatta di mare, pianura, collina, montagna, zone coltivate e lande deserte. Uno degli elementi tipici di questa zona, presente soprattutto in Gallura, è costituito dalle rocce di granito che, “lavorate” dal vento e dalla pioggia, assumono la forma di montagne in miniatura e di straordinarie sculture naturali. Sono inoltre presenti numerose foreste di querce, da cui si estrae il sughero, chiamato nella zona “oro morbido” e usato per molteplici attività.

Gli appassionati di archeologia possono trovare testimonianze della civiltà prenuragica, nuragica, punica, romana, medievale. Altra nota peculiare della provincia è la presenza di insediamenti rurali sparsi costituiti dagli stazzi, piccole aziende agro-pastorali, solitamente a gestione familiare, creati in origine dai pastori tra Seicento e Settecento. Numerosi e fiorenti fino a qualche tempo fa, gli stazzi sono stati progressivamente abbandonati a causa del fenomeno dell'urbanesimo, che ha “invaso” questa zona negli ultimi decenni in seguito al decollo dell'industria turistica. Si tratta di un fenomeno che ha interessato soprattutto le zone intorno ad Arzachena, popolate fino alla metà del XX secolo solo da pochi contadini e pastori.

Nel 1962, il principe arabo Karim Aga Khan IV decise di realizzare in questa zona, attraverso la creazione del “Consorzio Costa Smeralda”, una grande operazione turistico-immobiliare, sfruttando le bellezze naturali del territorio per creare un vero e proprio paradiso del turismo di lusso. Oggi questa zona della Sardegna è una delle mete di villeggiatura più ambite e rinomate non solo d'Italia, ma di tutto il mondo.

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

7 Nights min stay

Changeover day Sat

from£32/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

Pay online via the Holiday Lettings payment platform with your credit/debit card or your PayPal account to be covered by Payment Protection. Learn more

You're booking with

Paolo G.

100% Response rate

Based in Italy

Languages spoken
  • English
  • French
  • Spanish
  • Italian

Also consider

Costa Smeralda
344 properties
San Teodoro
199 properties
Santa Teresa di Gallura
127 properties
Costa Paradiso
125 properties
Budoni Sardinia
120 properties
Costa Smeralda-Porto Rotondo
118 properties
Golfo Aranci
77 properties
La Maddalena
67 properties
Isola Rossa
64 properties
Porto Cervo
61 properties
Badesi
60 properties
La Caletta Di Siniscola
57 properties
Posada
38 properties
Baia Sardinia
35 properties
Siniscola
32 properties
Aglientu
18 properties
Vaccileddi
13 properties
Ottiolu
11 properties
Costa Serena
6 properties
Torpè
6 properties

Start a new search