List your home
Apply filters
£ to

FOTO ESTERNO

Apartment | 2 bedrooms | sleeps 5

Key Info
  • Beach / lakeside relaxation
  • Nearest beach 800 km
  • Great for children of all ages 5
  • Car advised
  • No pets allowed
  • Private garden

Offro nella meravigliosa Sardegna Olbia - Pittulongu appartamento composto da tre locali e servizi, veranda di 20 mq arredata,con vista bellissima sul mare e isola tavolare, giardino privato con doccia esterna, posto auto chiuso.

Gli appartamenti sono recenti, arredati per 5 persone,comodi per le passeggiate serali nelle più rinomate località turistiche, come Porto Rotondo, Gorfo Aranci, Olbia. La zona e' ricca di spiagge dove potersi godere il mare pulito e poter fare delle immersioni in tutta tranquillità.

Size Sleeps up to 5, 2 bedrooms
Nearest beach Il Pellicano 800 km
Will consider Corporate bookings, Long term lets (over 1 month)
Access Car advised
Nearest Amenities 1000 km
Nearest travel links Nearest airport: Costa Smeralda 10 km, Nearest railway: di Olbia 8 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes No pets allowed, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries DVD player, Sea view
General TV, Satellite TV
Standard Kettle, Iron
Utilities Cooker, Fridge, Freezer, Washing machine
Rooms 2 bedrooms, 1 bathrooms of which 1 Shower rooms
Furniture 1 Sofa beds, Single beds (2), Double beds (1), Dining seats for 5, Lounge seats for 5
Outdoors Balcony or terrace, Private garden
Access Parking

The Sardinia region

Il visitatore che si prepara a scoprire le bellezze della Sardegna deve volgere assolutamente uno sguardo, almeno per un attimo, al suo Ambiente Naturale e al suo Ambiente Umano, allo scopo di consentire una migliore comprensione delle cause che, nei secoli hanno plasmato le molteplici caratteristiche della realtà sarda, così diverse dal solito e così particolari ed è per questa ragione che diamo una breve ma orientativa descrizione della Sardegna in generale.

Chi vuole accostarsi ai suoi segreti non avrà sicuramente problemi a trovare luoghi incontaminati e solitari, chiese affascinanti senza traccia di altri visitatori, nuraghi svettanti su una campagna meravigliosa , e ciò in ogni angolo del territorio il compito di questo nostro lavoro gli permetterà di raggiungere e visitare le zone più interessanti, nel più breve tempo possibile, oltre ché nel modo migliore.

Per preparare il visitatore ad "un viaggio d'ambiente" fra gli incontaminati mondi dell'isola si rivela indispensabile accennare, come facciamo di seguito all'ambiente naturale a all'ambiente "umano" dell'isola, poiché in pratica deriva proprio da questo affascinante ed indiscutibile rapporto l'origine stessa della "sardità".

Sassari

Come arrivare

Alla città di Olbia si accede via nave da Civitavecchia e da Livorno. L'aeroporto della città la collega con i principali centri nazionali e internazionali.

Il contesto ambientale

La città di Olbia, situata nella Gallura costiera, si affaccia su un grande golfo, tra Capo Figari-Golfo Aranci e Capo di Coda Cavallo-San Teodoro.

Descrizione

Olbia fu l'unico centro della costa N/E della Sardegna che, in età punica, raggiunse i livelli delle città costiere meridionali e occidentali. Fu a lungo ritenuta di fondazione greca sulla base del toponimo, ma senza nessun fondamento archeologico, visto che i resti dell'antico insediamento sono per la maggior parte di età punica e romana.

I numerosi materiali e il maggior numero di emergenze strutturali di periodo punico hanno fatto supporre, sino a un decennio fa, la fondazione di Olbia nel IV secolo a.C. Ma la presenza, sia nel territorio circostante sia nello stesso sito urbano, di materiale risalente almeno al terzo quarto del VII secolo a.C., fa ipotizzare la fondazione della città in piena età fenicia, come altri centri della Sardegna. Tra i vari materiali ascrivibili a quasto periodo si possono ricordare un frammento di anfora Bartoloni B2, un frammento d'ansa di anfora chiota dipinta, e lo ''xoanon'', ossia una statuetta lignea, rinvenuto nel pozzo sacro nuragico di Sa Testa.

L'Olbia di età punica doveva assicurare una più incisiva presenza cartaginese nei traffici tirrenici e probabilmente esercitava un ruolo di primaria importanza nel controllo delle derrate agricole della zona.

L'estensione dell'abitato punico si può supporre grazie all'ubicazione delle necropoli; questo doveva essere limitato al quadrato che in età medievale ospitava il castello-borgo di Terranova. Durante i lavori di bonifica effettuati all'inizio del secolo scorso nella zona dell'insenatura a N della città sono state rinvenute delle tombe di età punica, andate poi distrutte.

Le necropoli puniche extraurbane, conosciute per lo più dagli scavi effettuati da Doro Levi, sono quelle di Funtana Noa (IV secolo a.C.) e Abba Noa (III-I secolo a.C.) a N/O della città, e quella di Joanne Canu (metà III-inizi II secolo a.C.) a S.

Le sepolture erano per la maggior parte a fossa terragna e a pozzo, in numero minore del tipo a cassone. Nelle tombe a pozzo gli inumati erano spesso deposti entro bare lignee ed è documentato l'uso di grossi anforoni per chiuderne l'accesso.

Nella più tarda delle necropoli olbiensi, quella di Joanne Canu, è attestato il ritorno del rito dell'incinerazione di tipo ellenistico; le ceneri erano deposte in urne di terracotta o piombo oppure collocate semplicemente sul terreno e protette da frammenti di anfora.

I tratti principali delle fortificazioni di Olbia, da attribuire alla prima metà del IV secolo a.C., sono visibili all'angolo tra via Torino e via Mameli e constano di un tratto murario rettilineo in grossi blocchi squadrati, a volte bugnati, e di una torre di cinta conservata all'interno di un cortile privato.

Storia degli scavi

Le principali indagini archeologiche, che hanno interessato l'area delle necropoli puniche, sono state effettuate tra il 1936 e il 1938. Quelle più recenti risalgono al 1989, quando sono stati rinvenuti, sotto l'abside della chiesa di San Paolo Apostolo, resti di età ellenistica e romana repubblicana ascrivibili ad un edificio sacro. Tra il 1990 e il 1991, prospezioni subacquee all'ingresso del golfo di Olbia hanno consentito il recupero di anfore tardopuniche e di una statua di Ercole-Melqart. Nel 1993, in via Regina Elena, è stato portato alla luce un deposito urbano con materiali che vanno dal IV al II secolo a.C., mentre nel 1996, in via delle Terme, è stato rinvenuto un magazzino/retrobottega di età punica con anfore greche, puniche, e ceramica a vernice nera attica e italica.

Bibliografia

D. Levi, ''Le necropoli puniche di Olbia'', in Studi Sardi, 11, 1949, pp. 5-120;

R. D'Oriano, ''Olbia e la Sardegna settentrionale'', in Màche. La battaglia di Mare Sardonio. Studi e ricerche, a cura di P. Bernardini-P.G. Spanu-R. Zucca, Cagliari, La Memoria Storica, 2000;

R. D'Oriano-I. Oggiano, ''Iolao ecista di Olbia: le evidenze archeologiche tra VIII e VI secolo a.C.'', in Il Mediterraneo di Heracles. Studi e ricerche, a cura di P. Bernardini-R. Zucca, Roma, 2005, pp. 169-198.

Guest reviewsPowered by TripAdvisor

Guest reviews no reviews

Guest reviews Powered by TripAdvisor

Help other travellers decide where to stay

This holiday home hasn’t got any reviews yet. The average rating on Holiday Lettings is four out of five. This place could be newly added or perhaps it’s a well kept secret. Either way, it’s time to reveal all.

Be the first to write a review

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

7 Nights min stay

Changeover day Flexible

from£40/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

You need to pay through the Holiday Lettings website to ensure your payment is protected. We can’t protect your payment if you don’t pay through us.Learn more

You're booking with

Paolo G.

100% Response rate

Calendar last updated:28 May 2014

Based in Italy

Languages spoken
  • English
  • French
  • Spanish
  • Italian

Also consider

Costa Smeralda
329 properties
San Teodoro
237 properties
Santa Teresa di Gallura
159 properties
Costa Smeralda-Porto Rotondo
126 properties
Budoni Sardinia
114 properties
Golfo Aranci
83 properties
Porto Cervo
82 properties
La Maddalena
75 properties
La Caletta Di Siniscola
63 properties
Posada
47 properties
Baia Sardinia
44 properties
Siniscola
36 properties
Liscia di Vacca
33 properties
Aggius
29 properties
Aglientu
27 properties
Ottiolu
13 properties
Vaccileddi
11 properties
Torpè
10 properties
Tempio Pausania
9 properties
Costa Serena
7 properties

Start a new search