List your home
Apply filters
£ to

Villa | 4 bedrooms | sleeps 8

Key Info
  • Beach or lakeside relaxation
  • Swimming Pool
  • Great for children of all ages
  • Air conditioning
  • Pets welcome
  • Private garden
  • Car advised
  • Nearest beach 0km

Villa indipendente coperta 250mq con Piscina privata di 120 mq, 2500 mq di giardino, Ampi terrazzi, Solarium, Idromassaggio, Ping Pong, Biliardino, Biciclette, 700mt dal mare.

Sono disponibili a richiesta tutti i servizi, autista, barca, cuoco, baby sitter, pulizie e personale dedicato. possibilità di avere ombrellone e sdraio prenotate presso i lidi di Gallipoli o dintorni.

Convenzioni con ristoranti tipici della zona.

Size Sleeps up to 8, 4 bedrooms
Nearest beach Santa Maria Al Bagno
Will consider Corporate bookings, Long term lets (over 1 month), Short breaks (1-4 days)
Access Car advised
Nearest travel links Nearest airport: Brindisi 60 km, Nearest railway: Lecce 25 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes Pets welcome, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries Jacuzzi or hot tub, Log fire, Staffed property, Sea view
General Air conditioning, TV, Video player, CD player, Table tennis, Safe
Standard Kettle, Toaster, Iron, Hair dryer
Utilities Dishwasher, Cooker, Microwave, Fridge, Freezer, Washing machine
Rooms 4 bedrooms, 4 bathrooms of which 2 Family bathrooms, 1 En suites and 1 Shower rooms, Solarium or roof terrace
Furniture 1 Sofa beds, Single beds (1), Double beds (3), Dining seats for 10, Lounge seats for 6
Outdoors Balcony or terrace, Private garden, BBQ, Bicycles available, Trampoline
Access Parking

The Puglia/Molise region

Il Salento, (in salentino: Salentu, in barese e tarantino: Salènde, in greco ??????? Salénto, in albanese Salento), noto anche come penisola salentina e conosciuto come il Tacco d'Italia, è una regione storico-geografica italiana coincidente con la parte meridionale della regione amministrativa della Puglia, tra il mar Ionio ad ovest e il mar Adriatico ad est.

Gli abitanti dell'area, che comprende l'intera provincia di Lecce, quasi tutta quella di Brindisi e parte di quella di Taranto, si distinguono soprattutto per caratteristiche glottologiche rispetto al resto della attuale regione amministrativa pugliese. Da un punto di vista storico il Salento ha fatto parte per molti secoli dell'antica circoscrizione denominata Terra d'Otranto.

La penisola salentina è il territorio più a Est d'Italia e Punta Palascìa o Capo d'Otranto[4] ne costituisce l'estremità orientale, distante dall'Albania 72 km attraverso il Canale d'Otranto. Secondo le convenzioni nautiche, da Punta Palascìa parte la direttrice ideale che separa il mar Ionio dal mar Adriatico.

La penisola salentina, essendo protesa nel mare, è caratterizzata da un clima più umido rispetto al resto della Puglia, dove invece la presenza dell'Appennino riduce l'apporto di umidità dei venti provenienti da ovest. L'umidità non si traduce in precipitazioni, comunque più cospicue rispetto alla Puglia settentrionale, soprattutto nell'area orientale e adriatica, rispetto a quella occidentale jonica più secca, ma determina una più netta alterazione della temperatura percepita: le stagioni estive, soprattutto nelle aree più meridionali, sono particolarmente afose, ma spesso ventilate , mentre le stagioni invernali, sia pure molto miti e al di sopra dello zero anche nei periodi più freddi, appaiono più gelide soprattutto in presenza di vento.

Il paesaggio presenta molti elementi caratteristici. L'agro salentino è quasi ovunque coltivato, e la vegetazione arborea è per lo più costituita da distese di ulivi secolari, dai tronchi contorti e di grandi dimensioni. La proprietà terriera è generalmente suddivisa in piccoli appezzamenti, separati dai tipici muretti a secco. La pietra è da sempre utilizzata anche per realizzare diverse costruzioni a secco, utilizzate dai contadini per riposare o per riporvi gli attrezzi da lavoro. Tali costruzioni (definite a seconda delle zone furnie??i, pajare, ecc.) sono più simili ai nuraghi sardi che ai trulli pugliesi.

Numerose sono le masserie fortificate risalenti per lo più al XVI, XVII e XVIII secolo. I paesi, in genere poco popolosi, hanno un aspetto tipicamente mediterraneo e sono caratterizzati dal bianco intenso delle costruzioni che li rende abbacinanti nelle giornate di sole. In un paesaggio orograficamente poco caratterizzato, essi spiccano quindi rispetto alla campagna, dominata dal colore rossiccio di un terreno dove è alta la presenza di ferro, a differenza della Puglia centro-settentrionale, dove invece questa colorazione sanguigna è molto più rara. Da un punto di vista cromatico il mare assume una colorazione blu scuro se osservato dall'alte scogliere a strapiombo sul mar Adriatico, e più tenue ma vario nelle sue sfumature (verde smeraldo, verdino, celeste, ecc.) se osservato dalle spiagge sabbiose o dalle basse scogliere del mar Ionio. Lungo le coste di entrambi i mari, i centri abitati non sono numerosi; è però possibile ammirare le numerose ed antiche torri costiere di avvistamento, di forma quadrangolare o circolare, costruite nel corso dei secoli per difendersi dall'arrivo delle orde piratesche.

Santa Maria Al Bagno

Sia dal punto di vista linguistico sia da quello architettonico, folkloristico ed enogastronomico, la penisola salentina si caratterizza per tratti comuni che la distinguono dal resto della regione.

Una questione da tempo dibattuta è quella relativa ai confini culturali del Salento che non corrisponderebbero ai limiti geografici della penisola salentina, ma delimiterebbero un territorio più piccolo, variabile a seconda dell'elemento caratterizzante che viene preso in considerazione. Ad esempio, la convenzione qui seguita, precedentemente definita, pone al di fuori del Salento i territori (che da un punto di vista geografico possono pur sempre definirsi salentini) di Massafra, Statte, Montemesola, Crispiano, Martina Franca, Locorotondo, Cisternino e Fasano. Ma nel caso in cui faccia da discriminante il dialetto, rimarrebbero fuori anche centri importanti come Taranto o Ostuni; mentre si arriverebbe ad includere Egnazia, nei pressi di Fasano, se si facesse riferimento alla cultura messapica, o addirittura Martina Franca, posta in piena Valle d'Itria, se si guarda all'architettura barocca[13].

Va infine ricordato che, nell'interpretazione dei limiti territoriali della cultura salentina, ha giocato un ruolo nel corso del Novecento anche una certa esigenza di autonomia culturale da Lecce delle nuove province di Brindisi e Taranto, alla quale i leccesi hanno risposto serrando le file e rivendicando per sé stessi il marchio esclusivo del concetto di salentinità.

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

7 Nights min stay

Changeover day Sat

from£313/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

Pay online via the Holiday Lettings payment platform with your credit/debit card or your PayPal account to be covered by Payment Protection. Learn more

You're booking with

Leonardo M.

80% Response rate

Based in Italy

Languages spoken
  • Italian

Also consider

Lecce
228 properties
Gallipoli
214 properties
Porto Cesareo
104 properties
Torre San Giovanni
76 properties
Nardo
55 properties
Taviano
44 properties
Lido Marini
36 properties
Melendugno
34 properties
Racale
28 properties
Tricase
26 properties
Marina di Novaglie
20 properties
Santa Maria Al Bagno
16 properties
Galatina
14 properties
Torre Lapillo
12 properties
Muro Leccese
12 properties
Cutrofiano
10 properties
Acquarica Del Capo
7 properties
Parabita
6 properties
Casarano
6 properties
Martano
6 properties

Start a new search