List your home
Apply filters
£ to

vista casa principale e dependance

Villa | 6 bedrooms | sleeps 12

Key Info
  • Swimming Pool
  • Great for children of all ages
  • No pets allowed
  • Private garden
  • Car essential

Il casale I Camini, a pochi chilometri da Montecastello di Vibio, vi accogliera' nel suo splendido parco circondato da ulivi e la sua suggestiva vista su Todi, distante solo 12 chilometri.

Con il suo arredamento curato nel dettaglio, tutti i comfort che potreste desiderare, il soggiorno in questa residenza sarà' all'insegna del relax in qualunque stagione decidiate di soggiornare.

Alla struttura principale e' annessa una dependance a sua volta dotata di ogni comodità'.

Nei mesi estivi potrete godere della piscina ed organizzare i vostri pranzi e le vostre grigliate nel confortevole gazebo circondato da piante attiguo al barbecue in pietra.

Per gli appassionati del football piccolo campo da calcetto e possibilità di rete da pallavolo.

Size Sleeps up to 12, 6 bedrooms
Will consider Long term lets (over 1 month), Short breaks (1-4 days)
Access Car essential
Nearest travel links Nearest airport: Aeroporto Roma Fiumicino 170 km, Nearest railway: Orvieto 45 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes No pets allowed, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries Log fire, Internet access, DVD player
Pool Children's pool
General Central heating, TV, CD player, Telephone, Satellite TV, Wi-Fi available
Standard Kettle, Toaster
Utilities Dishwasher, Cooker, Microwave, Fridge, Freezer, Washing machine
Rooms 6 bedrooms, 4 bathrooms of which 2 Family bathrooms, 1 En suites and 1 Shower rooms
Furniture Single beds (3), Double beds (5), Cots (2), Dining seats for 12, Lounge seats for 6
Other Linen provided, Towels provided, High chair
Outdoors Private garden, BBQ
Access Parking

Montecastello Di Vibio

L'ORIGINE DEL NOME - MONTE CASTELLO DI VIBIO

L´etimologia del nome "Monte Castello" deriva dalla tipica struttura di fortilizio medioevale costruito in cima ad una collina mentre l´aggiunta del "Vibio" risale ad un´epoca più recente, il 1863, anno nel quale con Regio Decreto del Re d´Italia, Vittorio Emanuele II, alcuni comuni delle province dell´Italia centro – settentrionale furono autorizzati ad assumere nuove denominazioni a causa delle frequenti omonimie che si riscontrarono dopo l´Unità della nazione. La scelta del "Vibio" potrebbe derivare dal nome di un´antica e nobile famiglia di Perugia (denominata in seguito "Colonia Vibia Augusta Perusia") un cui membro divenne imperatore romano: Gaio Vibio Treboniano Gallo. Toponimi con il nome di "Vibio" compaiono nel nome di un´antica abbazia romanica posta nelle vicinanze del paese (San Lorenzo in Vibiata) ed in un iscrizione apposta sopra ad un´urna cineraria di origine romana dedicata a "Tertia Vibia", rinvenuta nei pressi della frazione di Doglio.

NEL VERDE DELLE COLLINE UMBRE

Il viaggiatore che percorre la E45 da Perugia a Terni o viceversa, giunto a metà strada si trova ad incontrare un paesaggio che via via diventa sempre più soave: le colline si addolciscono, le macchie di colori dai toni pastello si evidenziano; i monti, il Martano da un lato e il Peglia dall'altro, delimitano un orizzonte che non supera i mille metri d'altitudine. Siamo nel cuore dell'Umbria. Qui il Tevere percorre sinuoso la vallata, sui colli si scorgono gli antichi borghi medievali che un tempo furono eretti a guardia del territorio circostante. Il viaggiatore che arriva in questa parte dell'Umbria, richiamato dalle sue più famose località, scorge paesaggi di quiete tra le svariate tonalità di verde che la natura offre: dalla campagna rigogliosamente coltivata, oggi con mezzi moderni ma sempre nella tradizione contadina della gente umbra, ai boschi che adombrano i colli circostanti.

Nel 1568 Cipriano Piccolpasso, architetto e pittore, soggiornando a Todi e Monte Castello di Vibio sosteneva che qui si viveva la "vita ideale", la migliore che ci fosse perché l'aria era pulita e salubre e che qui la gente viveva "anco cento anni e più" e che gli "hommini di 80 anni paiono averne appena 35".

Nel 1960/61 questo contesto naturalistico è stato oggetto di osservazione da parte di una antropologa americana Sydel Silverman, che nel suo libro "Tre campane di civilizzazione - La vita di un paese di collina italiano" (Three bells of civilization - Columbia University Press - U.S.A.) ediz. 1975, nel dover porre l'attenzione su di un paese italiano ha scelto Monte Castello di Vibio e vi ha individuato "il paradiso perduto" o meglio quell'oasi in cui si può veramente vivere secondo i ritmi della natura.

Il paese non è situato in una direttrice di traffico e per arrivarci occorre aver già scelto consapevolmente di andare a Monte Castello di Vibio; perché, per la sua particolare dislocazione sulla sommità di un colle a 422 m. slm, la strada termina proprio là, dove s'incontrano le mura medievali dell'antica roccaforte. Proprio il fascino delle antiche mura ha solleticato Il Sole 24ore (n. 195 del 19.7.93) - autorevole quotidiano d'informazione economica - per descrivere un particolare "itinerario medievale" in Italia dove Monte Castello di Vibio è citato come mèta tra altre 138 località italiane.

Qui, dove si scorge un panorama unico sulle dolci colline umbre, tra antiche sensazioni nell'ammirare il fiume Tevere che scorre giù a valle, tra la cordialità della gente, che ora si sta abituando ai volti nuovi di chi ha scoperto i pregi di questo paese, ci sono testimonianze d'arte, cultura e le bellezze della natura: sapori e profumi che questa terra offre. Qui la vita scorre in totale assenza d'elementi "stressòri". E questa situazione naturalistica a tutt'oggi è rimasta ancora ben conservata, tanta e vero che a Monte Castello di Vibio la vacanza può essere definita una "vacanza natura antistress". Ci si rigenera e si prende contatto con se stessi, così come faceva San Francesco quando si ritirava nei luoghi della sua terra d'Umbria.

Così hanno fatto alcuni americani, che dopo la Silverman hanno qui fondato la International School of Art. Una Scuola di disegno, pittura e scultura aperta nel periodo estivo e frequentata da studenti di livello avanzato.

L'aspetto più rilevante dal punto di vista monumentale del paese è certamente rappresentato dalla sua struttura urbanistica, che riproduce abbastanza fedelmente quella di un castrum medievale che, visto dall'alto, è fatto a forma di cuore. Uno sguardo all'antica Porta di Maggio con la torre merlata posta a sentinella sulla vallata verso Todi, da cui un tempo Monte Castello si difendeva per le continue incursioni della città Tuderte. E tra le curiosità che la storia ci narra c'è la vicenda in cui i Montecastellesi nel 1565 – esempio questo di notevole abilità politica-, pur di restare sotto il diretto dominio del Pontefice anziché con la vicina Todi, furono disposti a pagare alla Camera Apostolica la somma di ventitremila fiorini, esattamente la medesima cifra che la città Tuderte aveva già versato allo stesso governo della Chiesa! Nel centro storico, vi è la chiesa di Santa Illuminata, dove si venera un crocifisso ligneo del 1400.; la Torre campanaria, eretta nel 1850 nel luogo in cui sorgeva l'antica chiesa di S. Rocco; Piazza V. Emanuele II con la sua terrazza dove si può ammirare l'ampio panorama a sud dell'Umbria fino a scorgere i monti del Lazio e dell'Abruzzo. Sulla stessa piazza insiste la chiesa parrocchiale dei S.S. Filippo e Giacomo del XVIII sec. e un pozzo-cisterna del XVI sec. recentemente restaurato. Girando per le caratteristiche vie di Monte Castello si possono notare "le porte del morto" (di epoca medievale); sono situate sempre accanto alla porta principale, erano sempre murate, non arrivavano al livello stradale e erano aperte soltanto nell'occasione dell'uscita dalla casa della bara col morto.

Guest reviewsPowered by TripAdvisor

Guest reviews no reviews

Guest reviews Powered by TripAdvisor

Review 1-1 of 1

15 Jun 2014

5/5

"Posto incredibile"

Stupendo casolare immerso nella natura e lontano da qualsiasi rumore. Possibilità di mangiare fuori grazie a barbecue e tavoli esterni, stupenda la piscina. All'interno c'è davvero tutto, … More

E' stato un grande piacere avere ospiti questi simpatici e gentili ragazzi.
Spero di riaverli presto!!

Review 1-1 of 1

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

7 Nights min stay

Changeover day Sat

from£139/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

You need to pay through the Holiday Lettings website to ensure your payment is protected. We can’t protect your payment if you don’t pay through us.Learn more

You're booking with

Federica B.

Based in Italy

Languages spoken
  • English
  • French
  • Spanish
  • Italian

Also consider

Perugia
224 properties
Todi
153 properties
Orvieto Bolsena
123 properties
Citta della Pieve
51 properties
Amelia
32 properties
Montecchio
25 properties
Torgiano
20 properties
Lugnano in Teverina
18 properties
Montefalco
17 properties
Lubriano
15 properties
Bagnoregio
15 properties
Civitella del Lago
14 properties
Bevagna
13 properties
Foligno
13 properties
Spello
10 properties
Collepepe
10 properties
Giano dell'Umbria
9 properties
Acquasparta
9 properties
San Gemini
9 properties
Migliano
7 properties

Start a new search