List your home
Apply filters
£ to

Residence lato monte con accesso diretto sulla pista

B&B | 1 bedrooms | sleeps 5

Key Info
  • Ski
  • Great for children of all ages
  • Car advised
  • No pets allowed

Residence NeveSole Folgarida, immerso nella splendida Val di Sole in Trentino, il residence ha accesso diretto alla pista che porta alla cabinovia principale di Folgarida, nel fantastico comprensorio sciistico che abbina anche gli impianti di Marilleva, Pinzolo e della famosissima Madonna di Campiglio.

Nel comprensorio delle Dolomiti di Brenta piste per...60 Km a Madonna di Campiglio...50 Km a Folgarida...26 Km a Pinzolo...12 Km a Marilleva...49 Piste BLU...25 Piste ROSSE...12 Piste NERE

L'appartamento si compone di una zona soggiorno con tavolo sedie e panche per sei persone, divano doppio, divano singolo e camera matrimoniale indipendente per un totale di cinque posti letto, un bagno, una cucina, doppio balcone esterno, un posto auto numerato al coperto e ski box riscaldato per il rimessaggio dell'attrezzatura da sci.

Rampa di accesso al posto auto riscaldata per evitare la formazione di ghiaccio!

Negli spazi comuni troverai Sala Bar - Sala Tv - Ristorante - Centro benessere - Solarium e tanto altro.

PULIZIE E RIASSETTO GIORNALIERO COMPRESE

CAMBIO BIANCHERIA A META' SETTIMANA COMPRESO

CONSUMI - ACQUA - LUCE - GAS TUTTO COMPRESO

NON CI SONO ALTRE SPESE DA SOSTENERE IN LOCO

(SALVO UN POSSIBILE DEPOSITO CAUZIONALE CHE VERRA' RESTITUITO A FINE SOGGIORNO)

SOLO PULIZIA FINALE DELL'ANGOLO COTTURA, SE UTILIZZATO, A CARICO DELL'AFFITTUARIO (PER EVITARE ADDEBITI PER LA PULIZIA DEL CUCINOTTO).

Size Sleeps up to 5, 1 bedrooms
Will consider Short breaks (1-4 days)
Access Car advised
Family friendly Great for children of all ages
Notes No pets allowed, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries Sauna, Internet access
General Central heating, TV, Telephone, Table tennis, Satellite TV, Wi-Fi available
Utilities Cooker, Fridge, Freezer
Rooms 1 bedroom, 2 bathrooms of which 1 Family bathrooms and 1 Shower rooms, Solarium or roof terrace
Furniture 2 Sofa beds, Double beds (1), Dining seats for 6, Lounge seats for 6
Other Linen provided, Towels provided
Outdoors Balcony or terrace
Access Parking

The North East Italy region

Il Trentino-Alto Adige è la regione italiana più al nord ed è pressoché completamente montuosa. Le catene montuose si innalzano fino a quote altimetriche di 2700–3900 m. A sud, la riva trentina del Lago di Garda registra un'altitudine di circa 70 m s.l.m.

Con i suoi 13 607 km² il Trentino-Alto Adige è una delle regioni meno densamente popolate in quanto ospita circa 1 000 000 abitanti per una densità di 75 ab/km², molto al di sotto della media nazionale, collocandosi al quartultimo posto, prima della Valle d'Aosta, della Basilicata e della Sardegna, nel rapporto tra numero di abitanti e superficie territoriale. Tutta la regione è ricchissima di boschi di conifere e faggi, ruscelli e fiori, mentre in altri tratti sono presenti numerosi prati e pascoli in cui vi è un'altissima percentuale di specie alpine di erbe e funghi, in cui la popolazione porta al pascolo i bovini. Considerando l'orografia del territorio e il fatto che le foreste ne ricoprono oltre il 70%, appare tuttavia evidente come vi siano notevoli differenze fra la densità di abitanti dell'entroterra (in cui peraltro si sono verificati fenomeni di spopolamento e di migrazione verso le città sulle principali valli) e quella dell'Adige.

Le valli sono generalmente piccole e strette, i cui versanti sono ricoperti da foreste. Unica eccezione è appunto la valle dell'Adige, di origine glaciale. La sua parte più settentrionale è chiamata val Venosta, mentre a sud di Rovereto essa è denominata Vallagarina fino all'ingresso del fiume nella pianura Padana poco a nord di Verona. Le principali città situate nella Valle dell'Adige sono Trento e Bolzano.

Confini[modifica | modifica sorgente]

Il Trentino-Alto Adige confina a sud e a sud-est con il Veneto, a nord e a nord-est con i Länder austriaci Tirolo (settentrionale e orientale) e Salisburghese, a ovest e sud-ovest con la Lombardia, a nord-ovest con la Svizzera (Cantone dei Grigioni). La Valle Aurina è la valle più a nord di tutta l'Italia e Predoi il centro abitato più a settentrione situato tra i piedi della valle e la vetta d'Italia, al confine austriaco.

La regione è compresa tra le Alpi centrali e quelle orientali, mentre a sud il confine è delimitato dal lago di Garda e dalle prealpi venete.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Il clima del Trentino-Alto Adige può essere definito di transizione tra il clima semicontinentale e quello alpino. Le temperature di gennaio sono comprese dai ?5 °C ai ?10 °C mentre in estate sui 30 °C - 35 °C anche più. Pur presentando gran parte del proprio territorio ad una altitudine media piuttosto elevata (circa il 77% al di sopra dei 1000 m s.l.m., poco meno del 20% al di sopra dei 2000 m s.l.m.), esso non presenta quei caratteri di rigidità propri di altre aree alpine. A partire dalle fasce altimetriche più basse, il clima può essere suddiviso in quattro grandi aree:[9]

area submediterranea - nell'area dell'Alto Garda e della bassa Valle del Sarca. È la parte relativamente più mite della regione, con inverni in ogni caso freddi, anche se non come nel resto dei fondovalle, ed estati calde ma moderate dalla brezza pomeridiana del Garda. La vegetazione è composta da essenze miste submediterranee e continentali con particolare presenza di olivi, lecci e cipressi;

area subcontinentale - clima di transizione che caratterizza i fondovalle, con inverni piuttosto rigidi ed assai nevosi. A quest'area appartiene la Val Venosta, che si estende dalle cime più alte del Gruppo Ortles per poi degradare dal Passo Resia fino a Merano: essa è particolarmente adatta alla coltivazione delle mele, data la scarsa piovosità (meno di 500 mm di precipitazioni annue), la presenza costante del sole per oltre 300 giorni all'anno e le forti escursioni termiche che eliminano insetti e parassiti.[10] La vegetazione è costituita soprattutto da castagni, faggi e abeti bianchi; anche in questa fascia non mancano in ogni caso essenze submediterranee, soprattutto nelle aree più protette o di versante.

area continentale - nelle vallate alpine (come le valli di Fassa o di Sole o di Primiero) con inverni rigidi ed estati brevi e piuttosto piovose e con vegetazione composta soprattutto da conifere;

area alpina - nelle fasce superiori al limite della vegetazione arborea (1800/900 m s.l.m.), con nevi che permangono a lungo durante l'anno.

Le Dolomiti di Brenta nel Trentino occidentale, inserite nel Parco naturale Adamello-Brenta

Montagne[modifica | modifica sorgente]

A nord della regione, verso il confine austriaco, lungo la linea che va dal Passo Resia al Passo di Monte Croce di Comelico, si estendono le Alpi Retiche (suddivisibili in Alpi Venoste, Breonie, Aurine e Pusteresi), che raggiungono la loro massima altezza nella Palla Bianca (3738 m s.l.m.). Nella Valle Aurina, la Testa Gemella Occidentale (2911 m s.l.m.), rappresenta dal 1997 la punta più a nord dell'intero territorio nazionale, che precedentemente era considerata la Vetta d'Italia. Nella parte occidentale del Trentino-Alto Adige si elevano i gruppi dell'Ortles-Cevedale (con l'Ortles, massima vetta della Regione, 3902 m s.l.m.), dell'Adamello-Presanella e delle Dolomiti di Brenta.

Sia l'Alto Adige che il Trentino sono interessati dalla sezione occidentale delle Dolomiti (Dolomiti di Sesto, Gruppo del Puez, Odle, Sciliar, Sassolungo, Catinaccio, Marmolada, Gruppo di Sella, Latemar, Pale di San Martino), mentre proseguendo verso sud i rilievi montuosi degradano nelle Prealpi.

Riassumendo le sezioni e sottosezioni alpine che interessano la regione sono:[11]

Alpi Retiche occidentali (Alpi della Val Müstair)

Alpi Retiche orientali (Alpi Venoste, Alpi dello Stubai, Alpi Sarentine)

Alpi dei Tauri occidentali (Alpi della Zillertal, Alti Tauri, Alpi Pusteresi)

Alpi Retiche meridionali (Alpi dell'Ortles, Alpi della Val di Non, Alpi dell'Adamello e della Presanella, Dolomiti di Brenta)

Prealpi Bresciane e Gardesane (Prealpi Gardesane)

Dolomiti (Dolomiti di Sesto, di Braies e d'Ampezzo, Dolomiti di Brenta, Dolomiti di Gardena e di Fassa, Dolomiti di Feltre e delle Pale di San Martino, Dolomiti di Fiemme).

Assieme alle montagne ci sono anche numerosi passi: Passo Gardena, Passo Nigra, Passo Sella, Passo Stalle, Passo del Brennero, Passo del Rombo, Passo della Mendola, Passo delle Erbe, Passo delle Palade, Passo dello Stelvio, Passo di Campolongo, Passo di Costalunga, Passo di Monte Croce di Comelico, Passo di Monte Giovo, Passo di Pampeago, Passo di Pennes, Passo di Resia, Passo di Valparola, Passo San Lugano.

Le valli principali sono:

Val d'Adige: Val Passiria, Val d'Ultimo, Val di Fassa, Val Rendena, Val di Sole, Val di Non

Valle Isarco: Val di Tires, Val Gardena, Val Ridanna, Val Sarentino, Val d'Ega, Val di Vizze, Val Racines, Val di Giovo, Val di Fleres

Val Pusteria: Val di Tures, Valle Aurina, Val Badia, Valle di Casies, Val Fiscalina, Valle di Anterselva, Val di Landro, Valle di Braies

Val Venosta: Val Monastero, Val Martello, Val di Senales

Il Trentino-Alto Adige è ricco di corsi d'acqua (fra i maggiori: l'Adige con gli affluenti Passirio, Isarco con il suo tributario Rienza, Noce e Avisio, il Brenta, il Sarca e il Chiese).

Laghi[modifica | modifica sorgente]

Il lago di Resia

il Lago di Cei

Il lago di Dobbiaco

In Trentino si estende l'estrema punta settentrionale del Lago di Garda che è suddiviso tra Trentino, Veneto e Lombardia.

Numerosi sono i laghi alpini, spesso di piccole dimensioni. Fra i più rilevanti: lago di Caldonazzo, lago di Ledro, lago di Levico, lago di Molveno, lago di Tovel e Lago di Cei. Tra i bacini artificiali il maggiore è il lago di Santa Giustina.

In Alto Adige vi sono 176 bacini d'acqua naturali con lunghezza maggiore o uguale a 100 metri. Gran parte di tali bacini si trova a quote superiori ai 2000 m. I laghi naturali con una superficie maggiore di 5 ettari sono 13: di questi solo tre (il Lago di Caldaro, e i due laghi di Monticolo) sono situati al di sotto dei 1000 m. I restanti 10 laghi maggiori sono il Lago di Anterselva, lago di Braies, il lago di Carezza, il lago di Costalovara, il lago di Dobbiaco, il lago di Favogna, il lago di Fiè, il Lago di Santa Maria, il lago di San Valentino alla Muta, il lago di Landro ed il lago di Varna. Vi sono anche laghi artificiali, alcuni dei quali di dimensione degna di nota. Tra i principali ricordiamo il Lago di Resia, il Lago di Zoccolo, il Lago di Fortezza, il Lago di Rio di Pusteria e il Lago di Valdaora.

Aree protette[modifica | modifica sorgente]

Diverse sono le aree protette, che coprono circa un quinto del territorio della regione. Nel territorio regionale è presente un parco nazionale (Parco Nazionale dello Stelvio) e 10 parchi provinciali (8 dei quali si estendono in Provincia di Bolzano). I principali sono: Parco naturale Dolomiti di Sesto, Parco naturale Fanes - Sennes e Braies, Parco naturale Gruppo di Tessa, Parco naturale Monte Corno, Parco naturale Puez-Odle, Parco naturale dello Sciliar, Parco naturale Vedrette di Ries - Aurina, Parco nazionale dello Stelvio, Parco Naturale Adamello-Brenta. Il Parco delle Alpi Sarentine è ancora in fase di attivazione. L'Alto Adige offre nelle sue montagne e valli innumerevoli monumenti naturali, come le piramidi di terra in Alto Adige; in Alto Adige le più famose sono le piramidi di Plata e le piramidi di Renon.

Madonna di Campiglio

LA VAL DI SOLE

Il nome non ha alcuna relazione con il sole come astro né con eventuali antichi culti solari. L'etimologia del toponimo Sol va fatta probabilmente risalire alla divinità celtica delle acque Sulis che i romani identificavano con Minerva. Ciò sarebbe corroborato dall'esistenza ancora oggi in valle, a Peio e a Rabbi, di fonti di acque termali. Queste fonti sono considerate terapeutiche per il sollievo procurato contro ogni tipo di malessere, essendo, infatti, ricche di zolfo e carbonio con effetti diuretici, ematici e linfatici.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La val di Sole è situata nella parte nord-occidentale della provincia, lungo l'alto corso del fiume Noce. La valle è attorniata da diversi gruppi montuosi e catene alpine di grande rilevanza: l'Ortles-Cevedale a nord, il gruppo del Brenta a sud e l'Adamello-Presanella ad ovest; queste sono le principali catene montuose che racchiudono la verdeggiante vallata. Sul corso del Noce si innestano diversi torrenti e corsi d'acqua minori come il Meledrio, la Vermigliana, Noce Bianco, Rabbiés.

Il comprensorio solandro si sviluppa su una superficie di circa 610 km² e conta una popolazione residente di circa 15 000 persone. L'economia dell'alta valle si basa soprattutto sul turismo, sia estivo che invernale, in particolare nei centri di Peio, Passo del Tonale, Folgarida e Marilleva. Altre risorse importanti sono la zootecnia e lo sfruttamento forestale. Dai boschi di larici solandri è estratta la trementina utilizzata spesso in medicina per malanni passeggeri. Nei comuni più bassi, che godono di un clima un po' meno rigido, è possibile la coltivazione degli alberi da frutto, tipicamente viene coltivato il melo[1] e il ciliegio, come nella vicina Val di Non.

Il capoluogo della val di Sole è il borgo di Malè, situato nella parte centrale della valle e rappresentante un punto di riferimento per l'intera economia e attività della valle. Percorrendo la valle si incontrano 14 diversi comuni compresi i due comuni di Rabbi e Peio che si trovano in due valli laterali.

Vie di comunicazione:

La Val di Sole è raggiungibile attraverso le seguenti vie stradali:

la Strada statale 42 del Tonale e della Mendola che la connette con la Lombardia (Val Camonica) tramite il Passo del Tonale o con Bolzano tramite il Passo della Mendola;

la Strada statale 239 di Campiglio che la mette in comunicazione con Madonna di Campiglio (Val Rendena) tramite il Passo Campo Carlo Magno;

la Strada statale 43 della Val di Non che dopo aver risalito la Val di Non si innesta nella Strada Statale 42 del Tonale e della Mendola nei pressi di Ponte di Mostizzolo

Da Trento sale inoltre una linea ferroviaria, l'antica e centenaria Ferrovia Trento-Malé-Marilleva, oggi anche chiamata "Dolomiti Express". Il treno delle Dolomiti di Brenta attraversa interamente la Val di Non e risale la Val di Sole raggiungendo il capoluogo Malè, nell'anno 2003 il percorso è stato prolungato fino alla stazione turistica di Marilleva portando a termine il progetto Dolomiti Express = Treno + Sci. Partendo dalla stazione di Trento si arriva a Daolasa o Marilleva nel cuore della Val di Sole, questi luoghi sono resi noti dalle numerose attività ed eventi sportivi internazionali legati al mondo della Mountain Bike (Downhill, Cross Country, Four Cross) in estate. Questi sono anche punto di partenza di grandi comprensori sciistici, infatti, grazie alla stazione intermodale fune-rotaia di Daolasa si può arrivare direttamente sulle piste da sci di Folgarida Marilleva anche in treno e da qui raggiungere con gli sci ai piedi le stazioni sciistiche di Madonna di Campiglio e Pinzolo per un totale di 150 km di piste servite da 63 Impianti a fune.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Manifestazioni sportive di rilevanza mondiale. Nel 1993 sulle acque del fiume Noce si sono svolti i Campionati mondiali di canoa e kayak, nel 1999 si sono svolti sulle nevi delle stazioni sciistiche della valle i campionati del mondo di Snowboard, dal 15 al 22 giugno 2008 si sono svolti i Campionati Mondiali UCI di Mountain Bike e Trials, denominati "Val di Sole 2008".

Comprensorio sciistico, ha ospitato varie tappe della Coppa del Mondo di sci di fondo.

Guest reviewsPowered by TripAdvisor

Guest reviews no reviews

Guest reviews Powered by TripAdvisor

Help other travellers decide where to stay

This holiday home hasn’t got any reviews yet. The average rating on Holiday Lettings is four out of five. This place could be newly added or perhaps it’s a well kept secret. Either way, it’s time to reveal all.

Be the first to write a review

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

Nights min stay

Changeover day Sat

from£120/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

You need to pay through the Holiday Lettings website to ensure your payment is protected. We can’t protect your payment if you don’t pay through us.Learn more

You're booking with

Renzo T.

100% Response rate

Calendar last updated:04 Feb 2014

Based in Italy

Languages spoken
  • English
  • Italian