Condo | 1 bedrooms | sleeps 6

Key Info
  • Beach / lakeside relaxation
  • Nearest beach 2 km
  • Great for children of all ages
  • Car advised
  • Air conditioning
  • Pets welcome

Grazioso bilocale arredato con climatizzatore, in piccola località marina con tutti i servizi essenziali e possibilità di attività sportive, 6 posti letto, 1 camera con un letto matrimoniale più un letto a castello e divano letto matrimoniale in sala, affittasi settimanalmente. Possibilità di biancheria in loco (asciugamani e lenzuoli).

Size Sleeps up to 6, 1 bedrooms
Nearest beach San Pietro 1.5 km
Will consider House swap, Long term lets (over 1 month), Short breaks (1-4 days)
Access Car advised
Nearest travel links Nearest airport: Alghero 74 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes Pets welcome, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries DVD player
General Air conditioning, TV, Video player
Standard Toaster, Iron, Hair dryer
Utilities Cooker, Microwave, Fridge, Washing machine
Rooms 1 bedroom, 1 bathrooms of which 1 Family bathrooms
Furniture 1 Sofa beds, Single beds (2), Double beds (1), Cots (1), Dining seats for 6
Other Linen provided, Towels provided
Outdoors BBQ
Access Parking

The Sardinia region

Appena più piccola della Sicilia, la Sardegna è la seconda isola del mediterraneo per estensione, ma è anche un "mini-continente" per le notevoli varietà di ambienti naturali e umani che la caratterizzano.

Secondo la leggenda il Creatore la "assestò" con il suo piede, dandole l'impronta di un sandalo: ichnusa e sandalyon sono infatti i suoi nomi più antichi, attribuitigli da greci e fenici.

La conoscenza della Sardegna da parte di un gran numero di visitatori si risolve quasi sempre in poche frasi che sono poi altrettanti luoghi comuni : l'isola dei pastori, dell'Aga Kan e della costa Smeralda, dei nuraghi, dei fichi d'india, dei "mamuthones" (le maschere carnevalesche di Mammoiada), e naturalmente, "l'isola dei Banditi"

Da queste definizioni sfuggono però i sempre più numerosi "turisti intelligenti" desiderosi di "vedere" ma anche di "comprendere" una così varia realtà.

l viaggiatore che vuole conoscere l'isola, fin dal primo impatto con la terra sarda deve capire che il viaggio di scoperta è un "viaggio d'ambiente" inteso soprattutto come continua visione di incontaminati ambienti naturali: spiagge deserte e immense, isolette selvagge,boschi e macchie a perdita d'occhio, prati delimitati da muretti a secco, rare casette coloniche, animali al pascolo, distese di colline la cui altezza raggiungerla in media i 700 metri, ma che si rivelano spessissimo impervie e scoscese come vere montagne; in più, quasi ovunque, affiora la viva roccia a dare un'impronta inconfondibile al paesaggio, nelle immense distese della solitaria campagna.

Al limite, si potrebbe dire che il paesaggio sardo subisse maggiormente l'impronta dell'uomo nell'antichità: infatti ecco un altro mondo,ancora di pietra e ancora di grande effetto, quello dell'archeologia, con le sue costruzioni straordinarie, i nuraghi, considerati a ragione una delle più "visibili" espressioni architettoniche della preistoria mediterranea: queste grandi torri, anche se spesso in rovina, provocano indubbiamente una continua emozione, con la loro mole possente, antica di 3000 anni, e soprattutto con la loro assidua presenza.

Ma riguardo alle opere dell'uomo notevole interesse rivelano anche dal punto di vista artistico, le chiesette in stile romanico: nell'isola ne sono rimaste oltre un centinaio, con una "concentrazione" che si riscontra solamente nella Toscana, nell'alto Lazio e nell'Umbria.

Il loro numero è dovuto principalmente alla povertà delle zone interne ed all'isolamento che, dopo il fervore religioso dell'anno Mille e dopo l'arrivo delle varie congregazioni di monaci dalla penisola e dalla Francia, limitò la sostituzione dei vecchi edifici eclesiastici con quelli dei nuovi stili post-mediovali, i cui influssi peraltro giunsero in Sardegna piuttosto affievoliti e sempre con uno scarto temporale quasi incredibile al giorno d'oggi. Infatti arti e stili si diffusero addirittura qualche secolo dopo rispetto al continente europeo dove, nello stesso periodo, erano già soppiantati da altri. Ma tutto ciò è perfettamente giustificato dal fortissimo isolamento geografico ed economico, causato a sua volta dalla distanza esistente con la madrepatria di allora, la Spagna.

Valledoria

Situata tra Castelsardo e Santa Teresa di Gallura, Valledoria è una località tranquilla, con tutti i servizi essenziali che è un'ottima base di partenza per visitare i luoghi e le splendide spiagge del Nord Sardegna. Ti offre la possibilità di trascorrere le tue vacanze in Sardegna, tra il mare e i vicoli caratteristici di Castelsardo, all'ombra del Castello dei Doria per rilassarsi da soli, in coppia o con tutta la famiglia, o di visitare alcune tra le località più belle della Sardegna. Isola Rossa con la spiaggia La Marinedda, Costa Paradiso con la spiaggia di Li Cossi dove si arriva dopo aver percorso un sentiero sulla montagna di circa 15 minuti, cala Serraina, Portobello, Vignola, Santa Teresa di Gallura.