List your home
Apply filters
£ to

l'ingresso/the gate

Villa | 9 bedrooms | sleeps 21

Key Info
  • Beach or lakeside relaxation
  • Swimming Pool
  • Great for children of all ages
  • Some pets are welcome - please contact the owner
  • Car not necessary
  • Nearest beach 42km

L'Agriturismo Villa Vea si compone di due strutture finemente ristrutturate, rimanendo pur fedeli ai materiali originali (legno, cotto e pietra locale).Il "Vecchio Fienile" degli inizi del '900 ospita 9 camere per una capacità ricettiva di 21 posti letto. Tutte le camere hanno ingresso indipendente servizi autonomi, tv set,linea wire less gratuita e angolo relax in giardino o in terrazzo.

A pochi metri vi accoglie la "Casa Padronale" con la reception, la sala ristoro ed una saletta lounge dove godersi in intimità una cena esclusiva in un ambiente elegante e romantico.Tutto il resto lo fa la meravigliosa natura che ci circonda,arricchita all'interno dell'azienda agricola colta in ulivi e vigneti che ospita nel punto più panoramico una piscina con solarium dove godersi in tutta serenità la tranquillità di un bel libro, all'esterno percorsi di trekking,canoa e siti di interesse storico culturali.

L'Agriturismo e' il luogo ideale dove riginerarsi,ritrovarsi e coccolarsi soprattutto quando è una famiglia che vi accoglie.

dal dolce risveglio che ha il profumo della torta appena sfornata,

all'intima cena a lume di candela.

Size Sleeps up to 21, 9 bedrooms
Nearest beach Paestum 42 km
Will consider Long term lets (over 1 month), Short breaks (1-4 days)
Access Car not necessary, Wheelchair users
Nearest Amenities 1 km
Nearest travel links Nearest airport: Salerno 60 km, Nearest railway: Capaccio-Roccadaspide 41 km
Family friendly Great for children of all ages, Suitable for people with restricted mobility
Notes Pets welcome, No smoking at this property

Features and Facilities

Luxuries Log fire, Staffed property
Pool Children's pool
General Central heating, TV, Fax machine, Wi-Fi available
Standard Hair dryer
Rooms 9 bedrooms, 29 bathrooms of which 10 Family bathrooms, 10 En suites and 9 Shower rooms, Solarium or roof terrace
Furniture Single beds (7), Double beds (7), Dining seats for 40, Lounge seats for 20
Other Linen provided, Towels provided, High chair
Outdoors Balcony or terrace, Shared garden, Bicycles available, Swing set
Access Parking, Wheelchair users

The Campania region

Numerosi e variegati i siti di interesse archeologico e naturalistici per menzionarne alcuni nel dettaglio:

*Sito abbandonato di Roscigno Vecchia,una citta' museo definita la pompei del '900.

*Museo naturalistico di Corleto Monforte.

*Convento delle Grazie di Bellosguardo xv secolo.

*L'Antece era una divinità pagana. Come tale era posta al centro della vita degli uomini che abitavano il monte Alburno e si elevava sulla storia dell'umanità in periodi difficili, inquieti e contraddittori tra il IV ed il II sec. a.C. Infatti, ricordiamo brevemente che i Lucani sconfissero i Greci che si erano insediati lungo la costa tirrenica (Poseidonia, Velia, ma anche Phasis, posta nell'interno tra Poseidonia ed il Vallo di Diano). I Lucani a loro volta furono sconfitti dai Romani.

L'Antece dominava da Castrum Palumbus (l'odierna Costa Palomba, nonché montagna situata nel territorio del Comune di Sant'Angelo a Fasanella) la Valle del Fasanella e la Valle del Calore. Il Castrum era una fortezza. La cinta muraria è possibile scorgerla in alcuni tratti, una volta saliti sulla sommità. Questo luogo ha restituito materiale della civiltà appenninica (una capeduncola dell'età del bronzo medio e recente, rinvenuta a pochi centimetri dal piano di calpestio, una vasca cultuale ben conservata e, per un periodo più antico, materiale preistorico consistente in oggetti litici, punte di freccia, ecc., attribuibili alla cultura musteriana, databile, quindi, intorno ai 40.000 anni fa, quando vi vivevano gli uomini di Neanderthal. Oggetti litici appartenenti allo stesso periodo sono stati rinvenuti anche nella grotta di San Michele Arcangelo, sia nei primi anni '70 del secolo scorso che recentemente durante il restauro del pavimento, assieme al cranio di un orso, ora depositati presso il Museo di Paestum. Come si vede, questa località è stata da sempre abitata e frequentata, insieme alla Grotta di San Michele, da parte dell'uomo. Quest'ultima è patrimonio Unesco ed è stata elevata recentemente, subito dopo il Congresso Eucaristico che si è tenuto nei giorni 4-7 maggio, a Santuario Diocesano il giorno 8 maggio 2008. Entrambi i beni culturali sono situati nel territorio di Sant'Angelo a Fasanella. Da Costa Palomba lo sguardo spazia a 360 gradi e giunge fino al mare. Nei giorni in cui il cielo è nitido si vede addirittura la stupenda isola di Capri a sud e la vetta dell'Alburno che culmina col monte Panormo a nord (1742 mt.), termine quest'ultimo che ci ricorda la dominazione dei Sicani in tutta l'Italia meridionale.

L'Antece e la località del Castrum, situati a 1125 mt. di altezza, occupavano un posto significativo nell'antica Lucania. Infatti, l'Alburno era Dio e monte sacro della Lucania. L'Antece costituiva la divinità dell'Alburno. Questa località, dunque, era per così dire speciale soprattutto per il fatto che aveva la possibilità di parlare al mondo, in quanto tutti quelli che si recavano in Lucania erano obbligati a salirvi per adorarlo. A lui veniva chiesto spesso una profezia, un auspicio, ed era naturalmente oggetto di ringraziamento e di rito propiziatorio. A lui venivano sacrificati animali e forse anche bambini.

Venendo qui sopra non ci è difficile pensare ai tanti uomini e donne provenienti da altre regioni che son dovuti salire su questo monte per adorare oltre che chiedere una grazia all'Antece.

A noi spetta il compito di scoprire sotto l'aspetto archeologico come egli veniva adorato e quale segno ha lasciato della sua venerazione pagana e della sua importanza.

Dobbiamo studiarlo ed interpretarlo sia nel gesto, nella suggestione, nei valori che egli esprimeva, sia nel culto, nell'eloquenza della sua immagine più significativa, quale simbolo, tanto importante per l'antica umanità e divinità che sovrintendeva culturalmente alla storia della Lucania antica. Ed era tanto importante che un console romano, Quinto Cecilio Metello, soprannominato Scauro, tentò di introdurne il culto in Roma, anche se senza successo, perché vi si oppose Cicerone. Questo episodio ci viene riferito da Tertulliano.

Per un attimo, immaginiamo in quale considerazione era tenuto in quel periodo storico (specialmente tra il II e il I sec. a.C.) il dio Alburno.

Il monte era per certi versi invalicabile, ma era prestigioso. Il prestigio era basato su valori e non era una parola vuota, allora. Era, se possiamo fare un accostamento, come salire su un santuario.

Per noi, che attraversiamo momenti difficili - spopolamento e crisi economica -, l'Antece si conferma ancora una volta, linfa vitale per la nostra economia turistica, per un mondo, cioè, che ha bisogno di aprirsi all'esterno per farsi conoscere, in quanto tutta la zona è vissuta troppo a lungo nella più profonda incomunicabilità.

Paradossalmente, ancora una volta sarà proprio lui a tirarci fuori dall'oblio e ci traghetterà dal mondo delle tenebre a quello della luce, divenendo il nostro paladino della comunicazione.

*Oasi WWF delle Gole del Calore.

Un ambiente incontaminato accoglie i numerosi turisti che scelgono il Cilento per trascorrere le loro vacanze all'insegna dell'ambiente, della tranquillità e dell'escursionismo.

Uscendo dal tortuoso corso delle Gole del fiume Calore, ci si trova nella località Remolino, luogo ideale per fare il bagno, per risalire il fiume in canoa e per dedicarsi al trekking.

E non solo. L'Oasi di Felitto è infatti meta anche degli amanti del cicloturismo, che, soprattutto in mountain bike, possono addentrarsi e godere della magnificenza e del silenzio tipico dei boschi cilentani.

Natura ma anche ospitalità e accoglienza.

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

2 Nights min stay

Changeover day Flexible

from£33/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

Pay online via the Holiday Lettings payment platform with your credit/debit card or your PayPal account to be covered by Payment Protection. Learn more

You're booking with

Andrew V.

40% Response rate

Based in Italy

Languages spoken
  • English

Also consider

Positano
218 properties
Cilento
108 properties
Ravello
70 properties
Castellabate
55 properties
Agropoli
47 properties
Santa Maria di Castellabate
40 properties
Maiori
39 properties
Palinuro
23 properties
Maratea
21 properties
Capaccio
17 properties
Avellino
16 properties
Marina Di Ascea
15 properties
Torchiara
12 properties
Vibonati
12 properties
Pontone
11 properties
Centola
11 properties
Montecorice
8 properties
Marina Di Camerota
7 properties
Praia a Mare
7 properties
Tramonti
6 properties

Start a new search