List your home
Apply filters
£ to

Apartment | 3 bedrooms | sleeps 8

Key Info
  • Great for children of all ages 5
  • Car not necessary
  • Pets welcome
  • Private garden

Casa I Cedri è un edificio degli anni '40, interamente ristrutturato, di grande pregio architettonico, situato nella zona centrale di Certaldo, patria di Giovanni Boccaccio, autore del Decameron.

Casa I Cedri offre ai suoi ospiti la possibilità di raggiungere in breve tempo sia la stazione ferroviaria, sia la funicolare che collega il paese al borgo medioevale di Certaldo Alto, sede di importanti festival internazionali come Mercantia, Boccaccesca e le cene medioevali in strada.

La casa vacanze riserva inoltre due posti auto coperti nel caso in cui i suoi ospiti dispongano di una o più automobili.

La posizione di Casa I Cedri è strategica in quanto permette, con svariati mezzi di trasporto, di raggiungere in poco tempo le principali attrattive turistiche della Toscana come Firenze, Siena, Pisa, San Gimignano e Volterra.

L'appartamento dispone di un ingresso indipendente e, pur trovandosi al primo piano, è dotato di tutti i comfort per poter accogliere persone anziane o disabili: la struttura è infatti attrezzata con servo scala e bagno per portatori di handicap.

Casa I Cedri può accogliere fino ad 8 persone e dispone di: sala con tavolo da pranzo, soggiorno con divano, cucina con angolo colazione e camino ad uso barbecue, due camere matrimoniali con balcone, una camera quadrupla con due letti singoli ed un letto a castello, due bagni di cui uno con doccia ed uno con vasca/doccia per disabili, ed una veranda adibita a sala fitness con tapis roulant e panca con pesi.

Casa I Cedri offre, inoltre la possibilità di usufruire del giardino privato allestito con tavolo, sedie e barbecue in muratura.

Gli ospiti di Casa I Cedri troveranno a loro disposizione anche biancheria, stoviglie, servizio internet, televisione, biliardino, libreria, riscaldamento, ventilatori, phon, lavatrice, asse e ferro da stiro e lavastoviglie, e potranno richiedere un letto aggiunto per bambini e la possibilità di far alloggiare animali domestici.

Size Sleeps up to 8, 3 bedrooms
Will consider Corporate bookings, Long term lets (over 1 month), Short breaks (1-4 days)
Access Car not necessary, Wheelchair users
Nearest travel links Nearest airport: Firenze Peretola / Pisa Galileo Galilei 50 km, Nearest railway: Certaldo
Family friendly Great for children of all ages, Suitable for people with restricted mobility
Notes Pets welcome, Yes, smoking allowed

Features and Facilities

Luxuries Log fire, Internet access
General Central heating, TV, Wi-Fi available
Standard Hair dryer
Utilities Dishwasher, Cooker, Fridge, Freezer, Washing machine
Rooms 3 bedrooms, 2 bathrooms of which 1 Family bathrooms and 1 Shower rooms, Solarium or roof terrace
Furniture Single beds (4), Double beds (2), Dining seats for 8
Other Linen provided, Towels provided
Outdoors Balcony or terrace, Private garden, BBQ
Access Wheelchair users, Secure parking

The Tuscany region

SAN GIMIGNANO

San Gimignano, affascinante borgo medievale, attraversato dalla Via Francigena e circondato da mura, con le sue magnifiche torri che si stagliano verso il cielo, si erge su una collina che domina il bellissimo panorama della Valdelsa, nel quale si alternano a perdita d'occhio boschi, vigneti ed oliveti. Nel periodo più florido della cittadina, le ricche famiglie di San Gimignano arrivarono a costruire ben 72 torri come simbolo del loro benessere e potere. Di queste oggi ne rimangono 14. Grazie alle bellezze architettoniche ed ai suoi tesori artistici, la Città delle Torri è famosa in tutto il mondo, e dal 1990 è stata dichiarata Patrimonio dell' Umanità dall' UNESCO. San Gimignano è una delle piccole perle della provincia senese che offre anche ottimi prodotti locali come lo Zafferano ed il vino bianco chiamato Vernaccia di San Gimignano.

GAMBASSI TERME

Gambassi Terme è un antico centro termale la cui fonte è stata scoperta nel 1745, dotato di tutti i comfort, compreso un centro benessere di primo ordine. Le acque di Gambassi sono dette "acque di Pillo", famose per l'elevata mineralizzazione, ricche di ioni di sodio e ione idrocarbonico. Queste terme sono situate all'interno dei giardini pubblici che ospitano numerose varietà di piante, tra le quali spicca il "Faggio rosso", chiamato così per le foglie cangianti dal rosso all'ocra alla luce del sole. Dallo stabilimento termale è possibile effettuare camminate ed escursioni all'interno del Parco Benestare, l'area aperta nel territorio dei comuni di Gambassi Terme e Montaione, libero da delimitazioni territoriali precise. Il parco propone al suo interno alcuni itinerari che valorizzano e consentono al visitatore di entrare in contatto con attrattive paesaggistiche di rara bellezza. Stratificazioni geominerarie, ex miniere, formazioni geologiche uniche, ma soprattutto una serie di affioramenti di acqua e di vecchie fonti. Oltre ai numerosi itinerari trekking, sono stati individuati e segnalati due diversi percorsi ad anello che partendo dalle due sedi, San Vivaldo nel comune di Montaione (percorso rosso) e lo stabilimento termale di Gambassi Terme (percorso viola), consentono al visitatore di assaporare le grandi emozioni che il nostro territorio sa offrire. Trekking, escursioni a cavallo o in mountain bike, sono solo alcune delle infinite possibilità che i visitatori hanno a disposizione per vivere una vacanza o un fine settimana nelle grandi suggestioni che il Parco sa donare.

MONTAIONE

Montaione, adagiato su una collina circondata da vigneti ed oliveti, è un paese le cui origini risalgono al periodo degli etruschi e dei romani, come testimoniano alcuni ritrovamenti della zona, tra i quali i resti di una cisterna romana. Montaione, grazie ad uno splendido ed incontaminato territorio, è oggi rinomato per essere il centro del turismo verde legato alle tradizioni culturali ed alimentari tipiche della Toscana di una volta. Montaione è conosciuta in tutta la regione per i suoi prodotti tipici, come il Vino Chianti DOC e DOCG, l'Olio extravergine di oliva, il Pane Toscano senza sale e il pregiatissimo Tartufo Bianco a cui ogni anno è dedicata la "Mostra del Tartufo Bianco". A Montaione vale la pena visitare il Convento ed il Sacro Monte di San Vivaldo, chiamato la "Gerusalemme di Toscana", un insieme di cappelle che riproducono in scala ridotta la pianta di Gerusalemme.

VOLTERRA

Volterra, il più antico borgo della Toscana, è oggi una città dal caratteristico aspetto medievale, dove è ancora possibile gustare l'atmosfera di un tempo. A Volterra la storia ha lasciato il suo segno con continuità dal periodo etrusco fino all'ottocento, con testimonianze artistiche e monumentali di grandissimo rilievo, che possono essere ammirate semplicemente passeggiando per le vie del centro storico, ma anche visitando i musei cittadini: il Museo Etrusco, la Pinacoteca Civica, il Museo d'Arte Sacra, l'Ecomuseo dell'Alabastro. Accanto a questi monumenti si può trovare un paesaggio incontaminato, una sana qualità di vita e un artigianato artistico unico al mondo: l'alabastro. La Volterra di oggi è rimasta quasi completamente racchiusa tra la cerchia delle mura duecentesche, rimanendo intatta nei secoli con i suoi quattro borghi medievali, raccordati alla città da strade in salita. Sono i borghi di S. Alessandro, di S. Lazzaro, di S. Stefano e di S. Giusto, il più lontano dalla città, dominato dalla possente mole della chiesa dedicata al patrono e considerato il borgo più importante di Volterra.

SAN MINIATO

San Miniato è un delizioso borgo arroccato su un colle lungo l'Arno, a metà strada tra Firenze e Pisa. Le origini della città, famosa per il suo prelibato Tartufo Bianco, risalgono all'epoca etrusco-romana. La Rocca si trova sulla sommità del colle, a completamento del complesso difensivo del Castello: qui Federico II, tra il 1217 e il 1221, fece costruire la Torre simbolo di San Miniato. La Cattedrale si affaccia sulla Piazza del Duomo e risale al 1200. La facciata è decorata da ceramiche disposte secondo la forma delle costellazioni dell'Orsa Maggiore e Minore. Il Convento di San Francesco, secondo la tradizione, fu donato dai nobili di San Miniato proprio a San Francesco. La città è ricca di chiese e palazzi da visitare: la Chiesa del SS. Crocifisso, la Chiesa del Loretino, la Chiesa della SS. Annunziata, la Chiesa di San Iacopo e Santa Lucia, il Convento di San Domenico ed il Palazzo Vescovile.

PISA

Pisa è conosciuta in tutto il mondo soprattutto per la sua Torre Pendente. Molti turisti si recano in questa città universitaria per visitare Piazza dei Miracoli, fulcro del centro storico, composta dalla Torre, dalla Cattedrale e dal Battistero. Lungo il perimetro della piazza meritano di essere visitati anche il Camposanto, Il Museo dell'Opera del Duomo ed il Museo delle Sinopie. Pochi isolati dopo, da ammirare anche Piazza dei Cavalieri, un tempo centro del potere della città e poi sede dell' Ordine Cavalieri di Santo Stefano. Oggi, è un importante centro culturale e d'istruzione, infatti è qui che si trova la prestigiosa Scuola Normale di Pisa.

FIRENZE - LA CULLA DEL RINASCIMENTO

Firenze con i suoi musei, palazzi e chiese, ospita alcuni dei più importanti tesori artistici del mondo. Tra i luoghi d'arte e di culto più conosciuti della città vi sono senz'altro la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Battistero, la Galleria degli Uffizi, il Bargello e la Galleria dell' Accademia. Le Chiese di Santa Maria Novella e Santa Croce sono delle vere e proprie gallerie d' arte, così come la Biblioteca Medicea Laurenziana è un' eccezionale espressione del genio architettonico di Michelangelo. Tappa fiorentina obbligatoria è senza dubbio Palazzo Pitti e le sue importanti e svariate collezioni che custodisce. Firenze però non è solo musei e gallerie d'arte. Recandosi all' aperto ci si accorge che a Firenze è bello anche solo passeggiare per le strade del centro storico, camminare fino a raggiungere l' Arno, soffermarsi sul romantico Ponte Vecchio (famoso per le sue oreficerie) e continuare fino all' Oltrarno, la parte più "nuova" di Firenze. Tra le tappe naturalistiche più belle ci sono i Giardini di Boboli, mentre per godere di un'incredibile vista mozzafiato su Firenze basta recarsi sopra la collina alle spalle di Piazzale Michelangelo e raggiungere la Chiesa di San Miniato al Monte.

LE CANTINE ANTINORI - BARGINO (SAN CASCIANO VAL DI PESA)

La Cantina inaugurata il 25 ottobre 2012 è l'omaggio della famiglia Antinori alla terra del Chianti Classico: la conferma dello storico legame con la sua terra d'origine. E' unica nel suo genere in Italia; costruita con materiali locali e con grande rispetto per l'ambiente e per il paesaggio toscano. La cantina nasce sia per ragioni produttive, sia per dare la possibilità ad un vasto pubblico di eno-appassionati di entrare in contatto diretto con la filosofia produttiva della famiglia, offrendo la possibilità di vedere come nasce un vino, dalla vigna alla bottiglia, passando attraverso i percorsi di vinificazione e di affinamento. I vini prodotti in questa Cantina sono il "Villa Antinori Chianti Classico", il "Marchese Antinori Chianti Classico Riserva", il "Pèppoli Chianti Classico" ed il "Vinsanto del Chianti Classico", nomi e sapori conosciuti in tutto il mondo. Sul tetto della Cantina, in una struttura con ampie vetrate che lasciano intravedere lo splendido panorama delle dolci colline circostanti, si trova il ristorante "Rinuccio 1180", chiamato così in onore di Rinuccio degli Antinori, capostipite della famiglia. L'intento di questo ristorante è quello di far assaporare i vini e le pietanza più buone della Toscana e al tempo stesso godere del panorama unico del Chianti.

VINCI

Tra le dolci colline della Toscana si trova Vinci (Bandiera Arancione del Touring Club e Città del Vino), universalmente nota come la città di Leonardo Da Vinci. Qui si può ancora oggi ammirare la Casa dove visse, la Chiesa dove fu battezzato, il Museo Ideale, il Museo Leonardiano e la Biblioteca, dove conoscere più da vicino le sue opere e la sua vita. Il borgo di Vinci ruota attorno alle strade e alle piazze del Castello dei Conti Guidi (oggi sede del Museo Leonardiano) che ancora conservano lo stile architettonico tipico della Toscana del Medioevo. A Vinci, passeggiando per le campagne che circondano il borgo, si può ammirare lo splendido paesaggio che ha fatto da cornice a Leonardo ed alle sue opere.

SIENA

Siena, situata nel cuore della Toscana e circondata da colline, è una delle città medievali più belle d' Italia. Fulcro della città è la famosa Piazza del Campo, dalla particolare forma a conchiglia, nella quale si tiene il celebre Palio, uno degli appuntamenti più importanti per tutti i senesi. Il Palio di Siena è un' appassionata corsa di cavalli che si svolge ogni anno, in Luglio ed in Agosto e le sue origini sembrano risalire addirittura al Seicento. Piazza del Campo è dominata dal rosso Palazzo Pubblico e dalla sua torre, chiamata Torre del Mangia. Il Palazzo Pubblico, così come il Duomo di Siena, fu costruito durante il Governo dei Nove, che fu il periodo di massimo splendore economico e culturale di Siena. Dal cortile interno al Palazzo si accede al Museo Civico ed alla Torre del Mangia, in cima alla quale, saliti i 500 gradini, si gode di una splendida vista sulla città. Nel Museo Civico sono conservati alcuni dei più bei dipinti di scuola senese come la grande Maestà di Simone Martini e le Allegorie del Buono e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti. Passeggiare per le strade di Siena è particolarmente piacevole e suggestivo. Ogni quartiere rappresenta una contrada del Palio, il cui stemma è spesso appeso alle finestre e alle porte delle case e dei negozi. La passione per il Palio a Siena si respira in ogni momento dell'anno ed in ogni luogo, ed è ciò che anima ormai da secoli questa splendida città.

IL CHIANTI

L'area del Chianti in Toscana è una delle zone della regione più conosciute ed apprezzate dai visitatori di tutto il mondo. Da un punto di vista geografico i confini del Chianti non sono definiti in modo netto, tuttavia il territorio si può considerare compreso tra le province di Firenze e Siena. In alcuni casi si usa suddividere il Chianti in "fiorentino" e "senese", ma questo avviene sopratutto in riferimento alla produzione viticola. Il Chianti offre a chi lo visita un susseguirsi di paesaggi unici, contraddistinti da dolci e verdi colline, ampie distese di vigneti ed oliveti, piccoli borghi, caratteristiche pievi e case coloniche in pietra. I paesaggi del Chianti sono talmente belli e particolari da venir spesso fotografati e riprodotti in cartoline e calendari distribuiti in tutto il mondo.

MONTERIGGIONI

Monteriggioni rappresenta uno dei borghi fortificati più significativi del territorio. E' rimasto incredibilmente intatto come se il tempo non fosse mai trascorso su quella collina, da dove elegantemente adagiato, domina su tutto il paesaggio circostante. Il paese è stato costruito dai Senesi tra il 1213 e il 1219, per scopi puramente difensivi, e domina il territorio dalla cima di una collina che si affaccia sulla via Cassia, una posizione strategica che permetteva la visione ed il controllo di eventuali nemici. La cinta muraria è composta da 14 torri e 2 porte. La Porta Franca o Romea rivolta verso Roma e la Porta Fiorentina rivolta verso Firenze. La struttura al giorno d'oggi può essere considerata essenzialmente quella originale, le uniche modifiche a cui è stata sottoposta risalgono al sedicesimo secolo (si adattarono le torri alle nuove armi da fuoco) ed al 1921 (3 delle 14 torri furono abbassate al livello delle mura).

MONTEPULCIANO

Arroccata sulla cima di un colle, Montepulciano è una cittadina medievale di rara bellezza che sicuramente merita di essere visitata. Un borgo unico con eleganti palazzi rinascimentali, antiche chiese, splendide piazze e piccoli angoli nascosti. Da Montepulciano, inoltre, si gode di un favoloso e sconfinato panorama sulla Val d'Orcia e sulla Val di Chiana. La posizione strategica di Montepulciano la rende il luogo ideale per partire alla scoperta di questo bellissimo angolo della Toscana. L'armoniosa Pienza, il borgo termale di Bagno Vignoni, la famosa Montalcino e tanti altri borghi incantevoli sono tutti facilmente raggiungibili in breve tempo. Piazza Grande è il cuore di Montepulciano e il palcoscenico degli eventi principali della città, tra cui Il Bravio delle Botti, che si tiene ogni anno ad Agosto. Una passeggiata per le vie di Montepulciano è il modo migliore per scoprire la città e le sue attrazioni e al tempo stesso per ammirare l'incredibile vista della campagna circostante, ricoperta da favolosi vigneti che producono il famoso vino chiamato Il Nobile.

LA VIA FRANCIGENA - UN CAMMINO NELLA NATURA TRA TESORI STORICI ED ARTISTICI

L'origine del percorso risale ai Longobardi nel secolo VI, ma fu con i Franchi ed i Carolingi che la strada divenne via di grande comunicazione. La Via Francigena raggiungeva Lucca, si dirigeva verso Altopascio, oltrepassava l'Arno, e percorreva tutta la Valdelsa, sino a Siena. Da qui, seguendo la Cassia, attraversava le Valli dell'Arbia e dell'Orcia per raggiungere Roma. La Via Francigena si snodava lungo i principali centri abitati del tempo, collegando i luoghi sacri del mondo Cristiano. Negli anni, monumenti e tesori d'arte arricchirono i principali centri del percorso, come la splendida Cattedrale di Lucca, l'Ospedale di Santa Maria della Scala a Siena e le preziose reliquie custodite nelle chiese. La via mise in comunicazione l'area mediterranea con quella del Mar del Nord e divenne ben presto un'arteria transitata da uomini e merci, contribuendo così al rifiorire del grande commercio europeo. Il cammino della Via Francigena è oggi un importante itinerario culturale alimentato dall'emozione di calcare tracce lasciate nei secoli, di attraversare paesaggi incontaminati costellati di tesori artistici, di entrare in contatto con le tradizioni dei luoghi. L'itinerario si sviluppa lungo aree poco o per niente industrializzate e per questo rappresenta un luogo che ben si presta all'immaginazione. La Via Francigena propone un tragitto che per bellezza e capacità di evocazione è paradigma del nuovo modo di viaggiare lentamente, facendo dell'itinerario (a piedi, a cavallo, in bici o anche in macchina) un viaggio interiore, un percorso dello spirito, religioso o laico che sia, che arricchisce la storia e l'esperienza personale.

RICCHEZZE ENOGASTRONOMICHE

La cucina della Toscana, semplice e genuina, propone piatti preparati con sapiente maestria, utilizzando ingredienti genuini e di provenienza naturale. Proprio uno degli alimenti tradizionalmente più poveri, il pane, è uno dei prodotti regionali tipici: si presenta in varie forme, dal Filone alla Ruota, dai Crostini alle Focacce, dalla Schiacciata con Olio d'Oliva al Pan di Ramerino fino alla Pagnotta aromatizzata con uvetta e rosmarino. Dal pane, poi, nascono alcune particolari ricette come la Panzanella (pane ammollato nell'acqua, sbriciolato e mescolato con verdure fresche), la Pappa (cotta con pane, aglio, prezzemolo, basilico, sale, olio e pomodoro), la Ribollita (che un tempo i contadini preparavano riscaldando gli avanzi dei giorni precedenti). Ma il menù toscano è molto vario e spazia dal pesce alla carne, passando per le ottime zuppe e comprende anche insaccati come il Prosciutto (tipico quello di cinghiale), le Soppressate e il Lardo. Inoltre in ogni città della Regione si tramandano ormai da anni alcuni famosissimi piatti. Certaldo è nota per la sua Cipolla Rossa, dal sapore dolce e particolare, che ha dato vita a prodotti unici come la Marmellata di Cipolle ed il Salame alla Cipolla di Certaldo. Firenze è famosissima per la Bistecca alla fiorentina (lombata di vitellone di razza chianina o maremmana), la Ribollita, la Trippa, i Bomboloni, la Schiacciata con l'uva e i Cenci (una sorta di pasta fritta guarnita di zucchero a velo, preparati esclusivamente nel periodo di Carnevale). I famosi Cantucci, da bagnare nel Vin Santo, sono invece tipici di Prato. A Pisa dominano il Tartufo ed alcuni pesci come le Anguille e lo Stoccafisso. A Siena sono rinomati soprattutto i dolci come i Ricciarelli (prodotto IGP), il Panforte, il Pan Pepato ed i Cavallucci, ma non sono da tralasciare prodotti come i Pici (pasta fresca fatta a mano) e la Cinta Senese (antica razza suina di eccellente qualità). Dal punto di vista eno-gastronomico non si può parlare della Toscana senza fare riferimento alla qualità ed alla varietà dei Vini Toscani e degli Oli di Oliva, le cui produzioni sono fortemente favorite dalle caratteristiche del territorio composto da suggestive colline, adornate da cipressi, antichi oliveti e vigneti. Il cuore toscano della produzione vinicola è rappresentato dal Chianti, anche se la vite è coltivata in tutte le dieci province della Regione dove si producono ben 39 denominazioni di cui 5 controllate e garantite, 5 I.G.T. ed un gran numero di Super Tuscan. I vitigni più importanti sono il Canaiolo, lo Chardonnay, il Grechetto, il Malvasia del Chianti, il Moscato bianco, il Pinot bianco Sauvignon, il Trebbiano toscano, il Vermentino, la Vernaccia di San Gimignano, l' Aleatico, il Brunello di Montalcino, il Canaiolo nero, il Merlot, il Montepulciano ed il Sangiovese. I più conosciuti a livello mondiale sono i Vini Rossi, come il Chianti, il Chianti Classico, il Brunello di Montalcino, il Nobile di Montepulciano, il Super Tuscan ed il Sangiovese. Molto apprezzato per accompagnare i dolci è il Vin Santo, vino dolce e secco, da meditazione, che si ottiene con un procedimento di vinificazione molto lungo e costoso.

Certaldo

CERTALDO ALTO

Raro esempio di borgo medioevale ancora intatto, nel cuore della Valdelsa, Certaldo Alto vanta un riconoscimento molto importante come quello della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, marchio di qualità turistico/ambientale di grande pregio. Certaldo Alto si erge sulla sommità di un colle orlato da cipressi, tra vicoli, torri e castelli d'altro tempo, con un panorama unico che lo circonda. Il borgo, tra muschio e pietra, terracotta sgretolata e fiaccole appese ai muri di mattoni rossi, è ancora oggi racchiuso tra le tre antiche porte di accesso di un tempo: Porta Alberti, Porta al Sole e Porta al Rivellino, tuttora ben conservate. A Certaldo Alto, patria di Giovanni Boccaccio, autore del Decamerone, è possibile visitare la casa dove lo scrittore ha vissuto, oggi museo che ospita opere ed oggetti appartenuti al famoso poeta. Il monumento più rappresentativo del borgo è senza dubbio Palazzo Pretorio, risalente al XII secolo, prima residenza dei Conti Alberti e successivamente sede di tutti i Vicari che nel corso dei secoli vi hanno governato. Sulla facciata del Palazzo si possono infatti riconoscere gli stemmi, in marmo ed in terracotta, con l'effige di ogni famiglia che vi è stata al potere. Di forte impatto sono le Prigioni Criminali, all'interno delle quali ancora oggi si possono riconoscere graffiti e testimonianze dei carcerati che vi trascorsero lunghi periodi senza mai vedere la luce del sole. Di particolare interesse è il giardino del palazzo che ospita l'opera d'arte contemporanea di Hidetoshi Nagasawa " Il giardino della casa del tè". L'adiacente Chiesa dei Santi Tommaso e Prospero conserva un'opera assai importante: l'affresco del "Tabernacolo dei giustiziati" di Benozzo Gozzoli. Nella Chiesa dei Santi Jacopo e Filippo, invece, si trovano la tomba del Boccaccio e l'urna di Beata Giulia, figura altrettanto importante per i cittadini del luogo. Dalla Chiesa si accede al Convento degli Agostiniani, con un Chiostro Romanico particolarmente suggestivo, dal quale si arriva alla cella dove Beata Giulia trascorse molti anni della sua vita. Raggiungibile anche da Certaldo Alto, attraverso un professionale "percorso di vita", si trova il Parco Collinare di Canonica, attrezzato con sentieri per il trekking, aree barbecue, e grandi prati verdi. A pochi Km da Certaldo, visitando la Pieve di San Lazzaro a Lucardo, in stile romanico lombardo, si può godere di un panorama indimenticabile.

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

2 Nights min stay

Changeover day Flexible

from£49/nighthelp

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

You need to pay through the Holiday Lettings website to ensure your payment is protected. We can’t protect your payment if you don’t pay through us.Learn more

You're booking with

Veronica T.

100% Response rate

Calendar last updated:29 Jun 2014

Based in Italy

Languages spoken
  • English
  • Italian

Also consider

San Gimignano
330 properties
Montaione
248 properties
Montespertoli
218 properties
Tavarnelle Val di Pesa
208 properties
San Casciano Val di Pesa
156 properties
Barberino Val d'Elsa
136 properties
Gambassi Terme
101 properties
Poggibonsi
99 properties
Castellina in Chianti
98 properties
Colle di Val d'Elsa
86 properties
Montelupo Fiorentino
86 properties
Castelfiorentino
67 properties
San Miniato
39 properties
San Carlo Terme
35 properties
Empoli
25 properties
Ulignano
24 properties
Ghizzano
17 properties
Sambuca
12 properties
Sant'Andrea in Percussina
8 properties
Val di Pesa
8 properties

Start a new search