List your home
Apply filters
£ to

camera matrimoniale

B&B | 7 bedrooms | sleeps 15

Key Info
  • Nearest beach 3 km
  • Swimming pool
  • Great for children of all ages
  • Car essential
  • Pets welcome
  • Private garden

Grazioso chalet sull'Etna con camere indipendenti ed autonome, balcone con vista diretta sul vulcano, termosifonato e nuovissimo. Ottimo come base di partenza per escursioni sui sentieri etnei o per gli impianti sciistici di piana provenzana. Il b&b è convenzionato con un ristorante particolarmente famoso per la sua cucina tipica a base di pistacchio di Bronte, funghi, suino nero dei nebrodi e carni locali.

Size Sleeps up to 15, 7 bedrooms
Nearest beach spiaggetta privata sul fiume simeto 3 km
Will consider Corporate bookings, Short breaks (1-4 days)
Access Car essential
Nearest Amenities 1 km
Nearest travel links Nearest airport: Dall'Aeroporto di Catania s'imbocca la t 40 km, Nearest railway: Dalla stazione della Circumetnea di Catania o di G 54 km
Family friendly Great for children of all ages
Notes Pets welcome, Yes, smoking allowed

Features and Facilities

General Central heating
Rooms 7 bedrooms, 21 bathrooms of which 7 Family bathrooms, 7 En suites and 7 Shower rooms, Solarium or roof terrace
Furniture 2 Sofa beds, Single beds (5), Double beds (6), Dining seats for 10
Other Linen provided, Towels provided
Outdoors Balcony or terrace, Private garden
Access Parking

The Sicily region

Bronte,

Panorama di Bronte dalla Contrada Carbonaragrosso centro con un'economia prevalentemente agricola, si trova, a 50 Km dal ca­poluogo Cata­nia, incasto­nato in un pendio tre le falde occiden­tali del vulcano Etna, rico­perte di sciare e di boschi, il fiume Simeto ed i primi contrafforti dei monti Nebrodi.

La città domina l'alta valle del Simeto e si estende, scendendo dolcemente dalle falde dell'Etna, fino alle rive del fiume dove, a segnare il confine del comprensorio comunale, si trovano gli ultimi antichi ed imponenti rivoli di magma lavico corroso dalle acque.

Il territorio brontese (25.000 ettari) è uno dei più vasti della Provincia di Catania. Ha una conformazione varia ed interessante sia per l'elevato grado di diversità biologica sia per la qualità delle entità che vi sono rappresentate e soprattutto per la natura stupenda ed incontaminata che lo contraddistingue.

Non per niente Bronte dà più della metà del suo territorio al Parco dell'Etna ed al Parco dei Nebrodi, alla zona protetta delle Forre laviche del Simeto ed al Parco fluviale dell'Alcantara.

Il territorio ha un'altitudine che va dai 380 ai 3350 metri. Si estende dalla cima del Cratere Centrale dell'Etna (3.350 m.) fino a quella di Monte Soro, sui Nebrodi, e ricade all'interno di due splendidi parchi:

il Parco dell'Etna (al quale dà circa 10.000 ettari) ed

il Parco dei Nebrodi (che comprende 3.871 ettari del territorio brontese di cui 1.495 nella zona A di riserva integrale).

Straordinariamente vario ed ampio, il territorio e l'ambiente brontesi rappresentano un campionario di bellezze naturali contraddistinte da un singolare succedersi di vegetazione e colture tanto diverse quanto rigogliose. Coltivazioni agricole, boschi secolari contornati da torrenti e piccoli laghi, bizzarri e suggestivi paesaggi lavici ne fanno un luogo ancora in parte incontaminato e pittoresco.

Allo scopo di proteggere e rilanciare le bellezze ambientali, incrementare il turismo anche nei Comuni più piccoli e valorizzare a pieno tutte le risorse presenti nel nostro territorio, con decreto del 7 Febbraio 2002 firmato dall'Assessore regionale alla cooperazione, il Comune di Bronte ha ricevuto il titolo di "Città d'arte" per tutto l'anno e per l'intera superficie del suo territorio.

Catania

Il territorio brontese con i suoi 25 mila ettari è uno dei più vasti della Provincia di Catania. Costituito in buona parte da lave più o meno antiche sovrapposte, in epoche diverse, agli antichi terreni argillosi calcarei di origine sedimentaria, il territorio si estende fino al cratere centrale dell'Etna con un altitudine che va dai 380 metri ai 3350.

Per la sua assoluta unicità rappresenta sicuramente uno degli scenari paesaggistici più interessanti della provincia catanese sia per la conforma­zione varia ed interessante sia per l'elevato grado di diversità biologica che per la qualità delle entità che vi sono rappresentate.

E' la terra del pistacchio (Bronte ne è la capitale italiana) ma anche un territorio ricco di mirabili foreste e di inesauribili itinerari lungo le pendici dell'Etna, sui versanti dei monti Nebrodi o lungo il corso del fiume Simeto.

Con la sua natura suggestiva ed in massima parte ancora incontaminata, rappre­senta nel nostro continente una delle poche isole naturali che conserva ancora pressoché integri i valori naturalistici e paesaggistici. Non per niente Bronte, unico in Sicilia, concorre notevolmente alla salvaguardia, alla conservazione ed alla difesa del paesaggio e dell'ambiente naturale siciliano: ha ceduto oltre la metà del suo territorio a due splendidi parchi siciliani (il Parco dell'Etna e il Parco dei Nebrodi), alla zona protetta delle Forre laviche del del Simeto (291,2 ettari) ed al Parco fluviale dell'Alcantara.

Fra i venti comuni i cui territori ricadono nel comprensorio del Parco dell'Etna (dichiarata dell'Unesco Patrimonio dell'Umanità), Bronte dà 10.000 ettari, su un totale di 58.000 (il 18%). Fra i ventuno del Parco dei Nebrodi contribuisce con 3.871 ettari di cui 1.495 nella zona A di riserva integrale e 2141 nella zona B, su un totale di 85,587 ettari.

Praticamente oltre 14.000 ettari dei 25.000 che compongono il territorio di Bronte sono parte integrante e importantissima dei parchi siciliani.

La superficie territoriale si sviluppa maggiormente lungo la direttrice

ITINERARI

I boschi di Monte Maletto - Escursioni dalla Ducea

La via dell'acqua - Il sentiero medievale - L'Obelisco

Canto alla sciara di Gaetano Barbella

Sulle sponde dell'Alto Simeto

ASPETTI DEL TERRITORIO BRONTESE

nord-sud, con uno sviluppo massimo (Etna compresa) di circa 33 Km e

con un dislivello dal punto più basso (380 metri) a quello più alto (3.350, l'Etna) di 2.970 metri.

Questo spiega l'elevato grado di diversità biologica, la qualità delle entità che sono rappresentate nel territorio ed il numero di soluzioni economiche possibili sia per l'agricoltura che per la zootecnia per non parlare del turismo.

Il territorio che si allunga con ampie verdi vallate dalla cima del Cratere Centrale (3.350 m.) fino a quella di Monte Soro (1847 m.), sui Nebrodi, è contraddistinto da boschi secolari, frutteti che danno una produzione di elevata qualità, estese coltivazioni di pistacchi, di cereali e di agrumi, vigneti, oliveti, castagneti e piante di ficodindia che convivono con aride lande vulcaniche, grandi estensioni di lava e verdeggianti pascoli.

Le caratteristiche ambientali del territorio brontese, la bellezza e l'unicità dei luoghi, i molteplici elementi vegetali che si susseguono alle varie quote offrono tutto l'occorrente a chi vuole riavvicinarsi alla natura ed ai boschi in particolare

Il poeta scozzese William Sharp (Paysley, 1855 - Maniace 1905) così descriveva il viaggio da Maniace a Bronte in "Attraverso la Ducea Nelson":

«La strada per Bronte si inerpica fino ad un gruppo di selvagge rocce dall'aspetto strano - un contrassegno per molte miglia in tutte le direzioni - dove sono stati rinvenuti resti greci e siculi, e i cui accidentati burroni sono, per i Brontesi e i “Malettari”, ancora oggi fonte di soprannaturali terrori.

Veduta di Bronte dalla "Carbonara"

Percorro una regione montuosa, con a nord-ovest un superbo scenario di alture - da dove si può scorgere l'isolata Troina, la città più alta della Sicilia (3650 piedi); Centuripe solitamente (nella zona sempre) chiamata Centòrbi; il tortuoso Dittaino (l'antico Chrysas) nella sua ampia valle Agira (che il popolo della collina preferisce chiamare San Filippo d'Argiro), l'antica Argyrium, (...); e ancora, quando il cielo è terso “l'ombelico della Sicilia” l'antica Enna, patria di Demetra e Persefone.

Fare un resoconto delle pittoresche colline, delle gonfie creste montuose, delle ampie valli ombrose, delle città strette a grappolo e dei villaggi visibili da diversi punti lungo il percorso verso Bronte, sarebbe fornire solo un inutile inventario: è sufficiente dire che lo scenario è, nel suo genere, insuperabile.»

Oltre ai rifugi, l'Azienda forestale e gli Enti parco hanno predisposte nei luoghi più belli e suggestivi molte "aree ricettive attrezzate" dove in un ambiente naturale sono previsti spazi verdi per lo svago.

Nelle piccole oasi, punti base per possibili escursioni, è possibile una ricreazione rustica di tutto rispetto essendo forniti di ampi spazi verdi, di barbecue, di fontane, di tavoli e panche e di altri utili servizi. L'ingresso è consentito in bici o a piedi o, dietro permesso dell'Azienda fore­stale e degli Enti parco, anche in auto.

Interessante e suggestiva l'escursione

Aree attrezzate fra i boschi di Bronte:

il rifugio "Chiusitta" nei Nebrodi e le aree ricettive nelle contrade "Burò" e "Lago" nel Parco dell'Etna)

LA CISTERNAZZA RIFUGIO PIRAO RIFUGIO GIOVANNI SALETTI CASERMETTA DI MONTE SPAGNOLO

Altri quattro rifugi della Forestale presenti fra i boschi del Parco dell'Etna: la Cisternazza ed il rifugio Giovanni Saletti (m. 1290); le Case Pirao (m. 1139) ed il rifugio di Monte Spagnolo (m. 1440).

Le Porte di Guardia dell'Etna

all'obelisco di Nelson, innalzato sul limite più alto e

settentrionale del territorio della Ducea in contrada Serra del Mergo sui Nebrodi (1553 s.m.).

Guest reviewsPowered by TripAdvisor

Guest reviews no reviews

Guest reviews Powered by TripAdvisor

Help other travellers decide where to stay

This holiday home hasn’t got any reviews yet. The average rating on Holiday Lettings is four out of five. This place could be newly added or perhaps it’s a well kept secret. Either way, it’s time to reveal all.

Be the first to write a review

This advert is created and maintained by the advertiser; we can only publish adverts in good faith as we don't own, manage or inspect any of the properties. We advise you to familiarise yourself with our terms of use.

Close

Min stay varies

Changeover day Flexible

from £25 /night help

This is the estimated nightly price based on a weekly stay. Contact the advertiser to confirm the price - it varies depending on when you stay and how long for.

Book your stay

*
*
*

Subtotal

 Your dates are available

Contact the owner

Close

Payment options

You need to pay through the Holiday Lettings website to ensure your payment is protected. We can’t protect your payment if you don’t pay through us.Learn more

You're booking with

Antonino G.

100% Response rate

Calendar last updated:22 Oct 2014

Based in Italy

Languages spoken
  • Italian

Also consider

Taormina
738 properties
Catania
690 properties
Zafferana Etnea
53 properties
Aci Trezza
36 properties
Trecastagni
29 properties
Fiumefreddo Di Sicilia
29 properties
Giarre
28 properties
Santa Teresa di Riva
27 properties
Viagrande
26 properties
Linguaglossa
24 properties
Oliveri
15 properties
Roccalumera
13 properties
Aci Catena
12 properties
Ragalna
9 properties
Puntalazzo di Mascali
8 properties
Aci Platani
8 properties
Sant'Alessio Siculo
7 properties
Furnari
7 properties
Furci Siculo
7 properties
Torre Archirafi
6 properties

Start a new search